mercoledì 30 marzo 2011

"I pugni in tasca", ad aprile a Fano e Macerata


Lo spettacolo I pugni in tasca di Marco Belloccio con Ambra Angiolini e Pier Giorgio Bellocchio sarà nelle Marche ad aprile, dopo i rinvii generati dai problemi di salute che hanno costretto l'attrice ad interrompere temporaneamente la tournée dello spettacolo.

I pugni in tasca sarà in scena al Teatro della Fortuna di Fano l'11, 12 e 13 aprile nell'ambito della stagione promossa dalla Fondazione Teatro della Fortuna e dall'AMAT e al Teatro Lauro Rossi di Macerata il 19 e 20 aprile a conclusione della stagione realizzata dal Comune di Macerata e dall'Amat.

Per informazioni: Botteghino Teatro della Fortuna 0721. 800750, Macerata biglietteria dei Teatri 0733 230735, AMAT 071 2072439, www.amat.marche.it.

Nella platea delle Marche dal 4 al 10 aprile, spettacoli a: Porto Sant'Elpidio, Loreto, San Benedetto, Urbino, Pedaso, Ancona, Osimo...


NELLA PLATEA DELLE MARCHE DAL 4 AL 10 APRILE 2011
PORTO SANT’ELPIDIO | martedì 5 aprile 2011
Teatro delle Api ore 21,30
PAOLO POLI
LE FATE
Favole
due tempi da Perrault, Beaumont e De Brunhoff
regia Paolo Poli

LORETO | mercoledì 6 aprile 2011
Palacongressi ore 21,15
PAOLO POLI
LE FATE
Favole
due tempi da Perrault, Beaumont e De Brunhoff
regia Paolo Poli

SAN BENEDETTO DEL TRONTO | mercoledì 6 aprile 2011
Teatro Concordia ore 21,00
SOTTO A CHI DANZA!
GIULIO D’ANNA BODY BLOODY BLAH
ALESSANDRO SCIARRONI LUCKY STAR

URBINO | mercoledì 6 aprile 2011
Teatro La Vela dalle ore 14,00
IL TESTO, IL GESTO
NUOVA DANZA ITALIANA: LABORATORIO SUL GESTO
a cura di Marta Bevilacqua

PEDASO | giovedì 7 aprile 2011
Cine Teatro Valdaso ore 21,30
ASCANIO CELESTINI
LA FILA INDIANA
Il razzismo è una brutta storia
di e con Ascanio Celestini

SAN LORENZO IN CAMPO | giovedì 7 aprile 2011
Teatro Tiberini ore 21,15
ENZO VETRANO, STEFANO RANDISI e MARGHERITA SMEDILE
FANTASMI
testo e regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi

URBINO | giovedì 7 aprile 2011
Teatro Sanzio ore 21,15
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLÒ
MARCO D’AGOSTIN VIOLA
MARTA BEVILACQUA NEC NEC [lo spettacolo contiene scene di nudo integrale]
MATTEO FANTONI LEONI
GIULIO D’ANNA BLOODY BODY BLAH

ANCONA | venerdì 8 aprile 2011
Teatro delle Muse ore 21,15
NELL'AMBITO DI CULTURA COME RISORSA COME VALORE
ANTONIO ALBANESE RECITAL

OSIMO | venerdì 8 aprile 2011
Teatro La Nuova Fenice ore 21,00
ENZO VETRANO, STEFANO RANDISI e MARGHERITA SMEDILE
FANTASMI
testo e regia Enzo Vetrano e Stefano Randisi

SAN COSTANZO | venerdì 8 aprile 2011
Teatro La Concordia ore 21,15
VITO
SE GARIBALDI SCENDE DA CAVALLO
di Maurizio Garuti
regia Silvio Peroni

URBINO | venerdì 8 aprile 2011
Facoltà di Lingue – Palazzo Petrangolini, Sala di Lettura ore 11,00
IL TESTO, IL GESTO
NUOVA DANZA ITALIANA: INCONTRO CON MARCO D’AGOSTIN, MARTA BEVILACQUA, MATTEO FANTONI E GIULIO D’ANNA

ANCONA | sabato 9 aprile 2011
Teatro Studio alla Mole ore 21,30
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLÒ
MARCO D’AGOSTIN VIOLA
MARTA BEVILACQUA NEC NEC [lo spettacolo contiene scene di nudo integrale]
MATTEO FANTONI LEONI
GIULIO D’ANNA BLOODY BODY BLAH

MONTECAROTTO | sabato 9 aprile 2011
Teatro Comunale ore 21,00
VITO
TONI LIGABUE
di Cesare Zavattini
regia Silvio Peroni

URBINO | domenica 10 aprile 2011
Sala del Maniscalco ore 15,00 / 16,30 / 18,00
7-8 CHILI
PIANO
ideazione scenografia e video 7-8 Chili
movimenti di scena Giulia Capriotti e Valeria Colonnella
[7-8 Chili fa parte della piattaforma “Matilde”. Progetto di Regione Marche e Amat]

URBINO | domenica 10 aprile 2011
Salone del Trono del Palazzo Ducale, Galleria Nazionale delle Marche ore 17,30
ASCANIO CELESTINI
RADIO CLANDESTINA
[Evento inaugurale del progetto Musei Palcoscenico Marche]




SEGUICI
> Alla pagina notizie/area stampa del sito
(www.amatmarche.net/index.php/Table/news/)
> su FaceBook
(www.facebook.com/pages/AMAT/121958414503522#!/pages/AMAT/121958414503522)
> abbonandoti gratuitamente al Rss Feed del sito
(www.amatmarche.net/index.php/component/option,com_rss/feed,RSS2.0/no_html,1/)
> scaricando l'app AMAT notizie per telefoni cellulari Nokia direttamente da OVI store
(http://store.ovi.com/search?q=amat)




INFORMAZIONI E BIGLIETTI

È attiva a Pesaro, all’Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino (via Rossini 41 tel. 0721/638882), la biglietteria AMAT - Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino. Qui è possibile acquistare i biglietti per tutti i teatri della regione e per gli eventi nazionali (spettacoli, concerti, musei, mostre) promossi dal circuito di VivaTicket. Il servizio è aperto nei seguenti orari: martedì 10.30/14.30, mercoledì 10.30/12.30, giovedì 10.30/14.30, venerdì 10.30/12.30, sabato 16/18.

AMAT Corso Mazzini 99 60121 ANCONA tel. 071/2072 439 biglietterie@amat.marche.it

BIGLIETTERIE DEL CIRCUITO AMAT/VIVATICKET

_Ancona: AMAT, corso Mazzini 99 tel. 071/2072439;
_Ascoli Piceno: biglietteria del Teatro Ventidio Basso, piazza del Popolo, 17 tel. 0736/244970;
_Civitanova Marche: biglietteria del Teatro Rossini, via Buozzi 1 tel. 0733/812936;
_Fermo: biglietteria del Teatro dell’Aquila, via Mazzini 8 tel. 0734/284295;
_Macerata: biglietteria dei Teatri di Macerata, piazza Mazzini 10 tel. 0733/230735 0733/230508;
_Pesaro: AMAT Biglietteria della Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino, Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino, via Rossini 41 0721/638882
_Porto Recanati: Pro Loco, piazza F.lli Brancondi tel. 071/7591872;
_Porto Sant’Elpidio: Società Eventi Culturali via San Giovanni Bosco 26/A tel. 0734/902107;
_San Benedetto del Tronto: libreria La Bibliofila via Ugo Bassi 38 tel. 0735/587513

Pesaro, seconda edizione del Premio Pescheria


Nato lo scorso anno, il Premio è stato concepito per documentare, valorizzare e sostenere gli studenti delle Accademie di Belle Arti della regione, con la volontà di potenziare il rapporto con il territorio e coinvolgere un pubblico giovane alle attività della Pescheria, unico centro di arte contemporanea di livello nazionale sull’intera costa adriatica



Il Premio è rivolto agli allievi delle cattedre di Pittura, Decorazione e Scultura delle Accademie di Belle Arti di Urbino e Macerata.



La giuria, composta da Andrea Bruciati, direttore della Galleria d’Arte Contemporanea di Monfalcone, Ludovico Pratesi, direttore artistico del Centro Arti Visive Pescheria e Letizia Ragaglia, direttrice del Museion di Bolzano, annuncerà il vincitore il 2 aprile, giorno dell’inaugurazione della mostra.



Il premio consiste nella pubblicazione di un catalogo monografico pubblicato dalla casa editrice Silvana Editoriale.



Le opere selezionate saranno esposte nello spazio del Loggiato del Centro Arti Visive Pescheria fino a domenica 24 aprile, mentre nello spazio dell’ex Chiesa del Suffragio è visitabile fino all’8 maggio la mostra personale dell’artista toscano Giovanni Ozzola



Le iniziative espositive e culturali della Pescheria sono realizzate grazie al supporto dei fondamentali partners: Bertozzini costruzioni, TVS, Hotel Alexander, IFI-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, Gamba manifatture 1918, Febal Group, Arturo Mancini Srl, Bio Fox, Ferdinando Leoni architetto, Il Pesaro.it e la filiale CheBanca! in Viale Undici Febbraio a Pesaro.





CON LA PARTECIPAZIONE DI SILVANA EDITORIALE


Titolo
PREMIO PESCHERIA – Seconda Edizione

Date
3 – 24 aprile 2011

Sede
Loggiato, Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro

Inaugurazione
Sabato 2 aprile 2011 ore 21.30

Orario
Dal martedì alla domenica 10.00-12.00 / 17.30-19.30
Lunedì chiuso

Ingresso gratuito


Info
Centro Arti Visive Pescheria
Comunicazione e Ufficio Stampa "Pescheria"
Camilla Falcioni
Via Cavour, 5
61121 - Pesaro (PU)
Tel. 0721 387651
www.centroartivisivepescheria.it
centroartivisive@comune.pesaro.ps.it

“Una mattina mi sono svegliato…”, al via la seconda edizione


Venerdì 1 aprile, alle ore 16, nella Sala San Michele, presentazione della manifestazione promossa dalla sezione Anpi di Fano con vari patrocini, tra cui quello della Provincia di Pesaro e Urbino

FANO - Con la proiezione del corto “La cacciatrice di rane” di Nicola Sorcinelli ed il dibattito “Perché parlare di resistenza oggi?”, inizia venerdì 1 aprile, alle 16, nella sala San Michele di Fano, la II edizione della manifestazione “Una mattina mi son svegliato…”, promossa dall’Anpi di Fano (Associazione nazionale partigiani italiani), con i patrocini di Anpi provinciale, Consiglio regionale, Provincia, Cgil provinciale e Comuni di Fano, Fossombrone, Isola del Piano, Pesaro e Urbania. Alla presentazione dell’iniziativa (ore 16.30), interverranno il presidente della sezione Anpi di Fano Paolo Pagnoni, Francesca Polverari del “Comitato 25 aprile”, il presidente del Consiglio regionale Vittoriano Solazzi, il presidente della Provincia Matteo Ricci ed i sindaci Stefano Aguzzi (Fano), Giuseppe Lucarini (Urbania) e Giuseppe Paolini (Isola del Piano). Seguirà il dibattito “Perché parlare di resistenza oggi?”, con Enzo Fimiani (direttivo nazionale Anpi), Renzo Savelli (storico), Giuseppe Scherpiani (presidente provinciale Anpi), Anna Rita Furlani (Comitato 25 aprile). Per l’occasione, verranno esposte anche illustrazioni realizzate dagli studenti del liceo Artistico - Scuola del libro di Urbino.
“La manifestazione – spiega Paolo Pagnoni – vuole riaffermare i valori dell’antifascismo, della resistenza e della Costituzione italiana, per la pace contro l’intolleranza. L’edizione dello scorso anno, dedicata alle partigiane ed in particolare a Leda Antinori, fu organizzata dal Comitato 25 aprile, costituitosi per sottolineare l’importanza della memoria e del ricordo di tanti partigiani che con il loro sacrificio ci hanno regalato democrazia e libertà. Quest’anno l’evento, promosso dall’Anpi Fano insieme a vari enti, con l’adesione del Comitato 25 aprile e altre organizzazioni, è dedicato ai partigiani Siro Lupieri, Walter Rossi, Rinaldo Rinaldi, Francesco Tumiati”.
Il programma, che si snoderà fino al primo maggio, prevede per mercoledì 6 aprile, alle 18, nella libreria “Zazie” di Fano, la presentazione del libro “Tavole della resistenza” di Sergio Badino, con l’autore presentato da Samuele Mascarin (serata in collaborazione con il circolo giovanile Salvador Allende e la Rete degli studenti medi di Fano). Venerdì 8 aprile, alle 21 (cinema Masetti) proiezione del film “Vento di Primavera” di Roselyne Bosch, con presentazione di Paride Dobloni (biglietto 5 euro, ridotto 2). Il 9 aprile, al liceo “Torelli” di Fano, è previsto l’incontro con una delegazione di studenti degli istituti superiori di Pesaro e Fano, con proiezione del video “Schiaffo alla mafia” di Stefania Casini (presente la regista) ed il dibattito con Davide Pati (“Responsabile nazionale per i beni confiscati alla mafia” dell’associazione Libera di don Ciotti), Giuseppe Paolini (sindaco Isola del Piano), Michele Altomeni (responsabile del progetto delegato da Libera), coordinato da Paolo Pagnoni. Porteranno i saluti il presidente della Provincia Matteo Ricci e l’assessore provinciale alla Pubblica istruzione Alessia Morani.

lunedì 28 marzo 2011

Danzando per Marche, appuntamenti a Civitanova, Ancona, San Benedetto, Urbino,


1 aprile h 21.15
Civitanova Marche, Teatro Cecchetti
SINEGLOSSA
ERESIA [Nera] [Rossa] [ ] [ ]
VISIONI NON DOGMATICHE DEL MONDO
Eresia indaga la figura di Giovanna D’Arco dando vita ad un “piccolo gioiello” il cui compito è quello di affascinare e ammaliare lo spettatore.
biglietti posto unico 12 euro _ ridotto giovani e iscritti scuole danza 10 euro

2 aprile ore 14 – 19
3 aprile ore 10 - 15
VisionWork 2011
Simona Bertozzi
PER UNA GEOGRAFIA POETICA DELL'AZIONE
Ancona, palestra Stark [Collemarino]
WORKSHOP
informazioni ed iscrizioni stefania.zepponi@hexperimenta.org 3394507203

3 aprile h 17
Civitanova Marche, Teatro Annibal Caro
GALA DI PREMIAZIONE
La conclusione della sesta edizione di Civitanova Danza per Domani, concorso che promuove la cultura della danza classico-accademica, tramite la ricerca di giovani talenti da indirizzare allo studio professionale di essa.
biglietti 5 euro

6 aprile h 21
San Benedetto del Tronto, Teatro Concordia
SOTTO A CHI DANZA!
Giulio D’anna > Bloody body blah
Alessandro Sciarroni > Lucky Star
Due promesse della giovane danza d’autore, dopo diverse esperienze vissute all’estero, tornano a “casa” esibendosi sullo stesso palcoscenico in una serata molto originale.
biglietti posto unico numerato 8 euro

7 aprile h 21
Urbino, Teatro Sanzio
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLO
In scena gli ultimi lavori di quattro promesse della nostra scena, tutti talenti e progetti emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL per la loro originalità.
biglietti posto unico numerato 10 euro _ ridotto giovani, studenti e iscritti scuole danza 8 euro

8 aprile h 11
Urbino, Sala di lettura di Palazzo Petrangolini
LA PAROLA AGLI ANTICORPI
incontro con i protagonisti di Nuova danza italiana nell’ambito di Laboratorio per le Arti dello Spettacolo 2011 a cura della Facoltà di Lingue dell'Università di Urbino e Amat.
ingresso libero

9 aprile h 21.30
Ancona, Teatro Studio alla Mole
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLO
In scena gli ultimi lavori di quattro promesse della nostra scena, tutti talenti e progetti emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL per la loro originalità
biglietti posto unico 10 euro


info e prenotazioni
Ancona, Amat 071 2072439 www.amat.marche.it
Pesaro, Amat biglietteria 0721 638882

Ancona, Teatro Studio alla Mole 071 2072439 _ 328 7908884
Civitanova Marche, Teatro Annibal Caro 0733 892101 _ 0733 812936
Civitanova Marche, Teatro Cecchetti 0733 817550 _ 0733 812936
San Benedetto del Tronto, Teatro Concordia 0735 588246 _ 0735 587513
Urbino, Teatro Sanzio 0722 2281

Macerata, No man’s island - Solitudini da osservare


No man’s island - Solitudini da osservare si terrà a Macerata il giorno 8 Aprile, presso il Teatro Lauro Rossi (Sala Beniamino Gigli) e il Teatro Don Bosco.

No man’s island - Solitudini da osservare è una Rassegna Permanente di Drammaturgia e Critica, patrocinata dal Comune di Macerata.

Questo terzo appuntamento dal titolo “Soggettivo. Parole, immagini e corpi che danzano su se stessi” è diviso in tre sezioni: Voci, Foto, Danza.


SEZIONE VOCI


APPUNTI PER UN MONOLOGO
Lezione di monodrammaturgia
a cura di Daniele Timpano

Daniele Timpano, annoverato da alcuni critici alla cosiddetta non-scuola romana, si inserisce nel filone del teatro di narrazione. Ha lavorato come attore con Michelangelo Ricci, Carlo Emilio Lerici, Massimiliano Civica e con varie compagnie della scena indipendente romana, mentre come autore è stato finalista del Premio Napoli Drammaturgia in Festival 2001. È tuttavia soprattutto noto per spettacoli da lui stesso scritti e interpretati come Profondo Dispari, La vita è una fontana che puzza di piedi, Dux in scatola, Ecce Robot!, Risorgimento Pop, Oreste.
Tra le sue pubblicazioni: “Ecce robot! Cronaca di un'invasione” in Debora Pietrobono (a cura di) “Senza corpo - voci dalla nuova scena italiana”, Minimum Fax, 2009.




SEZIONE DANZA



KALSH
di Francesca Foscarini
Elaborazioni musicali: Simone Sonda
Disegno luci: Simone Sonda
Costume: Federica Todesco
Finalista a GD’A Veneto 2009, selezionato alla Vetrina della giovane danza d'autore - Network Anticorpi XL.


Kalsh indaga il tema dell’abbandono, come rinuncia, riduzione della presa sul mondo e il conseguente sprofondare al suolo. Contrapposta a questa condizione, vi è la volontà di rialzare quel corpo che sembra aver dimenticato la posizione eretta, ma che conserva la memoria di un livore e una condanna da sputare al momento giusto.
Kalsh da Kalashnikov, un’arma che rende combattente anche una scimmia.


CANTANDO SULLE OSSA (primo studio)
di Francesca Foscarini
Consulenza drammaturgica: Andrea Narsi

Cantando sulle ossa esplora il tema del controllo, la fuga da esso, dalla gabbia d’oro in cui sono incastonati uno per uno quelli che sembrano essere i punti fermi. La perdita dei punti di riferimento fa scaturire una danza disordinata ed informale alimentata dal ricordo di forme chiare e nitide, ora distorte, invecchiate, violentate. Si va cercando la giusta collocazione da dare al corpo, a quel corpo di cui rimangono solamente le ossa, tintinnanti come vetro.


Francesca Foscarini, danzatrice e coreografa indipendente. Importanti per la sua formazione artistica le esperienze professionali con Aldes di Roberto Castello (Il Migliore dei Mondi Possibili 2000-2003), Sonia Brunelli (ANNNA 2008), Sara Wiktorowicz (Grandmother, 2008). Nel 2010 prende parte al progetto internazionale di ricerca coreografica Choreoroam sostenuto da Operaestate Festival Veneto, The Place (UK), Dansateliers (NL), Dansescenen (DK), Teatro Pradillo/Certamen de Madrid (ES), Dance Week Festival (HR).






SEZIONE FOTO

A NUDO
di Eleonora Castelli

Eleonora Castelli, fotografa professionista free-lance, fa parte del gruppo “Oneeyeland” composto da fotografi creativi internazionali. È fondatrice del gruppo di aggregazione per giovani artisti “Effe64.com”.
Ha curato numerose campagne pubblicitarie e si dedica alla fotografia di scena.


ECCE ANCILLA DOMINI
di Chiara Pietroni

Chiara Pietroni è storica della filosofia moderna e traduttrice. Nel 2009 cura, per la collana di arte e pensiero diretta da Fabrizio Baleani per l’Orecchio di Van Gogh, la prima edizione italiana del testo di TH D’Holbach Lettere a Eugenie.
Partecipa a conferenze e convegni nazionali affrontando la questione della necessità di una morale atea.

Itinerari nel teatro del presente, spettacoli a Pesaro, Fermo, Civitanova, San Benedetto, Urbino


30 marzo h 21
Pesaro, Teatro Rossini
MOTUS
ALEXIS
UNA TRAGEDIA GRECA
Il classico fatto conflagrare con la più lacerata contemporaneità attraverso un mix di materiali multimediali che si configura come una sorta di blog teatrale.
biglietto 10 euro _ ridotto 8 euro


30 marzo h 21
Fermo, Teatro dell’Aquila
TEATRO SOTTERANEO
LA COSA 1
La Cosa 1 è l’evento, ma è anche il momento subito dopo, quando ci si ferma, stanchi, saturi. La Cosa 1 invece continua, riparte a correre, fare: la fine sostituita dal sequel: si vive una volta sola.
biglietto settore A 10 euro _ settore B 5 euro


1 aprile h 21.15
Civitanova Marche, Teatro Cecchetti
SINEGLOSSA
ERESIA [Nera] [Rossa] [ ] [ ]
VISIONI NON DOGMATICHE DEL MONDO
Eresia indaga la figura di Giovanna D’Arco dando vita ad un “piccolo gioiello” il cui compito è quello di affascinare e ammaliare lo spettatore.
biglietti 12 euro_ ridotto 10 euro


6 aprile h 21
San Benedetto del Tronto, Teatro Concordia
SOTTO A CHI DANZA!
Giulio D’anna > Bloody body blah
Alessandro Sciarroni > Lucky Star
Due promesse della giovane danza d’autore, dopo diverse esperienze vissute all’estero, tornano a “casa” esibendosi sullo stesso palcoscenico in una serata molto originale.
biglietto 8 euro


7 aprile h 21
Urbino, Teatro Sanzio
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLO
In scena gli ultimi lavori di quattro promesse della nostra scena, tutti talenti e progetti emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL per la loro originalità.
biglietto 10 euro _ ridotto 8 euro

8 aprile h 11
Urbino, Sala di lettura di Palazzo Petrangolini
LA PAROLA AGLI ANTICORPI
incontro con i protagonisti di Nuova danza italiana
nell’ambito di Laboratorio per le Arti dello Spettacolo 2011
ingresso libero


9 aprile h 21.30 [ATTENZIONE: NON L'8 APRILE COME PRECEDENTEMENTE ANNUNCIATO]
Ancona, Teatro Studio alla Mole
NUOVA DANZA ITALIANA
ANTICORPI EXPLO
In scena gli ultimi lavori di quattro promesse della nostra scena, tutti talenti e progetti emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL per la loro originalità.
biglietto 10 euro



info e prenotazioni
Ancona, Amat 071 2072439 www.amat.marche.it
Pesaro, Amat biglietteria 0721 638882

Fermo, Teatro dell’Aquila 0734 284295
Civitanova Marche, Teatro Cecchetti 0733 817550
Civitanova Marche, Teatro Rossini 0733 812936
Pesaro, Teatro Rossini 0721 387621
Urbino, Teatro Sanzio 0722 2281

giovedì 24 marzo 2011

L'Amat cerca nuovi talenti


Non si esaurisce nella programmazione di spettacoli l'attività dell'Amat nel campo della danza quale unico ente per la Regione Marche riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come soggetto di promozione e formazione del pubblico per le attività coreutiche.
L'attività dell'Associazione Marchigiana Attività Teatrali è infatti rivolta anche alla scoperta di nuovi talenti in questo campo attraverso due azioni di interesse nazionale: il 6 Concorso Internazionale "Civitanova Danza per Domani" che si svolgerà a Civitanova Marche il 2 e 3 aprile e la "Vetrina della giovane danza d'autore" che avrà luogo a Ravenna dal 16 al 18 settembre.

Il concorso "Civitanova Danza per Domani" - promosso da Comune di Civitanova Marche, Azienda Speciale Servizi Cultura Turismo e Spettacolo "Teatri di Civitanova", Amat, Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con Scuola di Ballo dell'Accademia di Arti e Mestieri dello Spettacolo Teatro alla Scala - è divenuto ormai un importante punto di riferimento per danzatori classici provenienti da tutta Italia. Ha la finalità di promuovere e mantenere viva la cultura della danza classico-accademica, tramite la ricerca di giovani talenti da indirizzare allo studio professionale di essa. Il premio più ambito consiste in una borsa di studio della durata di un anno per frequentare la prestigiosa Scuola di Ballo dell'Accademia di Arti e Mestieri dello Spettacolo Teatro alla Scala. Due sono le categorie di partecipanti previste: allievi Junior a partire dai candidati che nell'anno scolastico 2009.2010 frequentano la classe quinta della scuola elementare fino a coloro che alla data di scadenza delle iscrizioni non abbiano ancora compiuto il quattordicesimo anno di età; allievi Senior candidati che alla data di scadenza delle iscrizioni abbiano già compiuto il quattordicesimo anno di età e non ancora compiuto il diciottesimo.
Per informazioni: Teatro Rossini 0733 812936, www.civitanovadanza.it.

La "Vetrina della Giovane Danza d'Autore" è un importante momento di visibilità a livello nazionale per giovani coreografi e danzatori. Si svolgerà a Ravenna all'interno del Festival Ammutinamenti su iniziativa di Anticorpi XL, un network che coinvolge operatori di più regioni che vede l'Amat quale partner per le Marche. I progetti per partecipare alla Vetrina dovranno essere inviati entro il 30 marzo. La commissione artistica, coordinata dall'Associazione Cantieri e composta dai partner del network, sceglierà nel mese di maggio le creazioni più interessanti di ogni territorio regionale da presentare nella Vetrina, offrendo ai loro autori l'opportunità di un confronto con il pubblico, con altri artisti e operatori nazionali ed internazionali, uno stimolo formativo di verifica anche grazie alla presenza di giovani critici e ricercatori e l'opportunità di partecipare alla rassegna itinerante Anticorpi Explo, ospitata negli eventi organizzati dai partner di Anticorpi Xl nella stagione teatrale 2010/2011.
Per informazioni: Amat 071 2075880, www.amat.marche.it (bando scaricabile).

mercoledì 23 marzo 2011

Giornate del FAI a Pesaro


Sabato 26 e domenica 27 marzo , in occasione delle Giornate FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) di Primavera, giunte alla XIX edizione, a Pesaro si visita la Stazione Vittoria dei Musei Civici con una selezione inedita di arti decorative provenienti dai depositi



Sabato 26 e domenica 27 marzo tornano le Giornate FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) di Primavera, giunte alla XIX edizione.

Si tratta di una straordinaria occasione per conoscere quel patrimonio artistico italiano più nascosto; su tutto il territorio nazionale verranno, infatti, eccezionalmente aperti gratuitamente ben 660 beni generalmente chiusi al pubblico.

L’edizione 2011 ha un valore aggiunto rispetto alle precedenti poiché si inserisce nelle celebrazioni ufficiali per i 150 anni dell’Unità d’Italia, dedicando alcuni percorsi al Risorgimento.



A Pesaro per le Giornate Fai, si visita la Stazione Vittoria dei Musei Civici che espone per l’occasione una selezione inedita di arti decorative provenienti dai ricchi depositi e appartenenti perlopiù alle collezioni della marchesa Mosca: sono oggetti in legno intagliato e dipinto, osso, avorio, madreperla e marmo che testimoniano un’artigianalità di alto livello che poteva contare su materiali preziosi e tecniche accurate. Il calendario delle due giornate offre visite guidate gratuite all’ esposizione a cura degli Apprendisti Ciceroni della Scuola Media Dante Alighieri con il seguente orario: 10-12.30, 15.30-18.



Accanto all’accoglienza fornita dagli studenti, sabato 26 e domenica 27 - il mattino alle 11 e il pomeriggio alle 16 -, sono previste visite condotte dalla professoressa Anna Maria Pieretti Benedetti della sezione pesarese del Fai.



L’iniziativa cittadina è promossa dalla delegazione di Pesaro Urbino del Fai con la collaborazione dei Musei Civici dell’Assessorato alla Cultura del Comune.



Chi volesse visitare i Musei Civici approfittando delle Giornate del Fai, si ricorda che le sale espositive e la mostra ‘Incanto e Delizia’ sono visitabili, come di consueto, sabato 26 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19; domenica 27 marzo all’apertura mattutina - dalle 10 alle 13 - si aggiunge quella straordinaria dalle 15.30 alle 19. L’ingresso è di 4 euro (gratuito fino a 14 anni); informazioni 0721 387541, infoline 199 151 123.



informazioni 0721 387541-474, infoline 199 151 123, www.museicivicipesaro.it, www.pesarocultura.it



GIORNATE FAI 2011

Stazione Vittoria_palazzo Toschi Mosca_piazza Toschi Mosca 29

Una selezione inedita di arti decorative provenienti dai depositi dei Musei Civici

sabato 26 e domenica 27 marzo

> 10-12.30, 15.30-18 visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni della Scuola Media Dante Alighieri

> h 11, h 16 visite guidate a cura della professoressa Anna Maria Pieretti Benedetti

Ancona, prima edizione del CUPA FILM FESTIVAL


Lo Spazio Autogestito “La Cupa” di Ancona, collettivo artistico attivo dal 2007 nello sviluppo e nella promozione delle arti audiovisive, è lieto di presentare la prima edizione del CUPA FILM FESTIVAL, concorso internazionale di cortometraggi autoprodotti



Il Cupa Film Festival è stato concepito con l’intento di offrire una piattaforma di confronto e di interazione artistica, che possa donare maggiore visibilità a tutti i giovani registi operanti all'esterno delle grandi produzioni cinematografiche.



Essendo queste ultime sempre più carenti a causa dei massicci e scriteriati tagli economici che stanno martoriando la cultura italiana, il Cupa Film Festival si propone come una valida e dinamica alternativa in grado di coinvolgere i talenti emergenti nell’ambito della produzione cinematografica.



In accordo allo spirito e ai propositi del CUPA FILM Festival, l' iscrizione al concorso è gratuita, mentre il tema e la tecnica realizzativa del prodotto sono assolutamente liberi.



Per ulteriori informazioni:

http://cupafilmfestival.blogspot.com/

A Barchi per la rassegna DisUguali: conversazione "Vittima sacrificale"


Venerdì 25 marzo alle ore 21 a Barchi, nelle sale del Museo orci e orciai, terza conversazione del ciclo DisUguali. Donne, diritti, violenza con Vittima sacrificale, sugli stereotipi vittimari: come i miti della violenza persistono nella vita quotidiana nelle pieghe del diritto e della cultura. Ne discutono Cristiano Maria Bellei, antropologo, docente di socio-antropologia delle relazioni etnico culturali all’Università degli Studi di Urbino e Giovanna Errede, coordinatrice del progetto di cooperazione culturale Cantiere Srebrenica.

DisUguali è organizzato dall’associazione culturale LiberaMente di Villanova di Montemaggiore con la collaborazione di enti pubblici e associazioni, main sponsor Cassa di risparmio di Fano, e con i patrocini di Provincia e Assemblea legislativa delle Marche, oltre che di istituzioni di ricerca come l’Istituto Storia Marche del ‘900 di Ancona e la Fondazione Romolo Murri di Urbino.
Nell’anniversario dell’Unità d’Italia DisUguali è dedicato a tutte le persone che hanno saputo immaginare e credere in una comune idea.

Pesaro, presentazione del libro "Il Paese bello"


PRESENTAZIONE DE "IL PAESE BELLO" DI STEFANO SGAMBATI

Sabato 26 marzo, alle 18.00, al circolo l’Otto, in via Bramante 65, a Pesaro,

Stefano Sgambati parlerà della sua antologia di racconti, Il paese bello (Intermezzi 2010), assieme a Jacopo Nacci.



“Il Paese bello” (Intermezzi Editore) è l’esordio di Stefano Sgambati. Una raccolta di racconti sicuramente superiore a un libro di Fabio Volo ma di certo peggiore d’un qualsiasi titolo di Saramago.

Sette racconti che compongono una panoramica della società: Abitudine, Omosessualità, Dipendenza, Violenza, Corruzione, Disoccupazione, Religione: sette “dannazioni quotidiane”.

Uomini che si ricordano al mattino di un maglione dimenticato altrove la sera prima, un giovane Holden “non più giovane” che somiglia a Johnny Depp, un orecchino di perla che scivola tra i rimpianti di una spensieratezza perduta, un marito che non sa di essere violento, una ragazza morta ammazzata pronta a tutto per ritornare in vita, una donna prigioniera di un divano, Eluana Englaro.

Sette racconti come sette nuovi peccati capitali: intervallati da brevi intermezzi luminosi in cui l’autore riporta i suoi pensieri, queste storie costruiscono parola dopo parola una stretta prigione claustrofobica, densa di pessimismo e ironia amara, fino all’ultimo racconto che dà il titolo alla raccolta, un “what if” grottesco e politicamente scorretto che chiude il cerchio e la cella del nostro bel paese.

L'autore

Stefano Sgambati è nato a Napoli nel 1980, vive a Roma dove “fa” il giornalista: “esserlo” è un’altra questione che non gli interessa. Almeno così dice lui, avanzando strambe pretese ideologiche. Ha realizzato documentari per RaiEducational.
A ottobre 2010 è uscito il suo secondo libro, la Narraguida “I bar a Roma” (Castelvecchi Editore): un originale percorso narrativo e antropologico lungo la citta di Roma attraverso ii suoi occhi più vispi e antichi: i bar e i personaggi che li animano.


http://www.intermezzieditore.it/

martedì 22 marzo 2011

Potenza Picena, al teatro "Mugellini" va in scena "Sei personaggi in cerca d'autore"


POTENZA PICENA sabato 26 marzo alle ore 21,30 la Compagnia Nuovi Linguaggi porterà in scena al Teatro "Bruno Mugellini" di Potenza Picena "Sei personaggi in cerca d'autore" di Luigi Pirandello. Il più famoso dei drammi di Luigi Pirandello, colmo di potenti metafore e struggenti verità. Regia David Quintili.

Osimo, "Mo' ve racconto Roma!" in scena il 25 marzo alla Nuova Fenice


ANCONA, 22 mar. 11 – Enzo Storico (nella foto), Cinzia Distefano e Sandro Scapicchio sono i protagonisti di Mo’ ve racconto… Roma! - Testi, aneddoti e canzoni nel viaggio dalla Roma Papalina ad oggi, spettacolo scritto dallo stesso Storico con la cantante e musicista Cinzia Distefano messo in scena con la regia Claudio Insegno che sarà venerdì 25 marzo al Teatro La Nuova Fenice di Osimo, fuori abbonamento nella stagione realizzata da Comune e AMAT con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Regione Marche.

«Mo’ ve racconto… Roma!»si legge nella nota di regia «è un recital di canzoni e testi della tradizione romana scelti tra i più famosi della tradizione popolare e fa rivivere nei suoni, nei sentimenti, nei profumi e nei sapori dolci ed amari una Roma che appartiene a tutti noi. Augusto, Nina e Quirino sono tre romani della Roma papalina di inizio Ottocento. Stanchi della vita di miserie e dei soprusi che il popolo subiva del potere papale, da gendarmi e da nobili, i tre decidono di fare un salto nel futuro con la speranza che la loro vita possa diventare finalmente felice e serena. Si ritrovano ai giorni nostri e ben presto si rendono conto che... “si stava meglio quando si stava peggio!". La vita che si conduceva nei vicoli e nelle piazzette dei rioni di Roma non era certo piena di agi ma era senz’altro più serena di quella frenetica d’oggigiorno. Ci si conosceva e ci si aiutava un po’ tutti e non si viveva nell’odierna indifferenza di gente che magari abita nello stesso palazzo ma neanche si saluta oppure assiste ad una violenza e gira la testa dall’altra parte; ci si fermava con calma per mangiare e bere all’osteria a differenza di oggi che ci si ferma frettolosamente nei fast food; i bambini potevano ancora giocare tranquillamente per le strade; ci si spostava con il carretto trainato da un asinello con tempi di percorrenza uguali a quelli di oggi con le macchine bloccate nel caotico traffico. Insomma... rimangono profondamente delusi del terzo millennio al punto che, attraverso i loro racconti, ricordano con grande nostalgia una Roma che non c’è più e per la quale provano un grande rimpianto».

Informazioni e prevendite: Osimo, biglietteria del teatro La Nuova Fenice (tel. 071/7231797) aperta il giorno precedente lo spettacolo (orario 17 – 20) e il giorno di rappresentazione dalle ore 17 e biglietterie del circuito Amat Vivaticket (Ancona Amat, tel. 071/2072439; Ascoli Piceno biglietteria del Teatro Ventidio Basso tel. 0736/244970; Civitanova Marche biglietteria del Teatro Rossini tel. 0733/812936; Fermo, biglietteria del Teatro dell’Aquila tel. 0734/284295; Macerata, biglietteria dei Teatri tel. 0733/230735 0733/230508; Pesaro, biglietteria Amat all’Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino tel. 0721/638882; Porto Recanati Pro Loco, tel. 071/7591872; Porto Sant’Elpidio, Società Eventi Culturali, tel. 0734/902107; San Benedetto del Tronto, Libreria La Bibliofila tel. 0735/587513). On-line sul sito www.vivaticket.it.
Informazioni. Inizio spettacolo ore 21,00.

Iaia Forte con "Il sogno di Lisistrata" in scena Porto San Giorgio venerdì 25 e a Pollenza sabato 26


ANCONA 22 mar. 11 – Iaia Forte e Stefano Artissunch portano in scena Il sogno di Lisistrata, da Aristofane, al Teatro Comunale di Porto San Giorgio venerdì 25 marzo e al Verdi di Pollenza sabato 26 a conclusione delle due stagioni realizzate dai rispettivi Comuni con l’Amat e con il sostegno diMinistero per i Beni e le Attività Culturali e la Regione Marche.

Il sogno di Lisistrata è un colto e fantastico viaggio nella poetica di Aristofane celebre commediografo fra i maggiori del teatro classico. La particolarità della messa in scena consiste nel fatto che la guerra non fa da sfondo alla commedia, ma la penetra in tutta la sua drammaticità divenendone protagonista. Lo spettacolo è un' omaggio a tutti i caduti per la Patria, in tutte le guerre, che per la bandiera, non hanno esitato a sacrificare in silenzio la propria esistenza nella speranza di un domani migliore.
Il filo conduttore è Lisistrata che con lo stratagemma dello sciopero del sesso ricatta i guerrieri spartani ed ateniesi a trattare la pace per porre fine alla guerra del Peloponneso. Proprio la sua fermezza ed arguzia favoriscono il gioco comico ma anche polemico e riflessivo nella commedia. Lisistrata non è solo una donna che convince le altre ad attuare lo sciopero del sesso ma è lei che si fa motore di un dolore universale.

Prodotto per la regia di Stefano Artissunch dalla compagnia ascolana Synergie Teatrali con il sostegno dell’AMAT, lo spettacolo vede in scena, insieme alla Forte e Artissunch gli attori Stefano Tosoni e Gian Paolo Valentini. Le scene sono di Francesco Cappelli, il disegno luci di Giorgio Morgese, i costumi Maria Amurri.

Informazioni e prevendite: per la data di Porto San Giorgio all’Ufficio Cultura tel 0734/680256, alla biglietteria di Eventi Culturali tel. 0734/902107 e al botteghino del Teatro Comunale a partire dalle ore 17,30 del giorno di rappresentazione; per la data di Pollenza biglietteria del Teatro Verdi di Pollenza (tel. 0733/549936 – 338/8471210). Biglietti disponibili anche in tutte le biglietterie del circuito Amat Vivaticket (Ancona Amat, tel. 071/2072439; Ascoli Piceno biglietteria del Teatro Ventidio Basso tel. 0736/244970; Civitanova Marche biglietteria del Teatro Rossini tel. 0733/812936; Fermo, biglietteria del Teatro dell’Aquila tel. 0734/284295; Macerata, biglietteria dei Teatri tel. 0733/230735 0733/230508; Pesaro, biglietteria Amat all’Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino tel. 0721/638882; Porto Recanati Pro Loco, tel. 071/7591872; Porto Sant’Elpidio, Società Eventi Culturali, tel. 0734/902107; San Benedetto del Tronto, Libreria La Bibliofila tel. 0735/587513). On-line sul sito www.vivaticket.it. Informazioni Amat tel. 071/2072439. Inizio spettacoli ore 21,15.

Urbania, Dittico Him +West di Fanny & Alexander al Teatro Bramante


Giovedì 24 marzo TeatrOltre - rassegna promossa dalla Fondazione Teatro della Fortuna di Fano, dai Comuni di Pesaro e Urbino, ai quali si aggiunge quest’anno Urbania, dalla Provincia di Pesaro e Urbino e dall’AMAT in collaborazione con Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali - fa tappa al Teatro Bramante di Urbania con un “prezioso dittico” Him +West di Fanny & Alexander



Fanny & Alexander, realtà tra le più originali del nuovo teatro di ricerca italiano, sono stati catturati dal ciclone del fantastico regno del Mago di OZ e hanno realizzato un imponente ciclo di spettacoli costruiti attorno all’archetipo del viaggio, rapportato alla contemporaneità, alla cronaca, ai grandi emblemi dell’Occidente. West e Him sono due tappe di questo emozionante viaggio nel mito dell’immaginario, tutto da ridefinire per questo gruppo teatrale capace di porre sempre lo spettatore di fronte a domande impreviste, con la forza della sorpresa.

Disegnato sul corpo e sulla voce dell’attrice che riceve ordini attraverso microfoni da due voci diverse (una femminile e una maschile) che le intimano di eseguire azioni gestuali e verbali, West rappresenta l’innocente bambina protagonista del libro di Lyman Frank Baum e del film di Victor Fleming come una Dorothy dei nostri tempi vittima della sottile manipolazione del linguaggio pubblicitario e del potere persuasivo della comunicazione; insidiosi al punto da influenzare le sue capacità di scelta e di giudizio.

Le sue reazioni a questa persuasione occulta (che gli spettatori scoprono gradualmente) costruiscono una partitura imprevista che la protagonista Francesca Mazza - premio Ubu 2010 come Miglior attrice protagonista - esegue con eccezionale bravura come un automa perfettamente organizzato.

È il Mago il protagonista della storia e sul Mago, che al termine della favola Dorothy scopre non essere vero mago ma ingannevole artefice della realtà, è incentrata l’azione di Him. Inginocchiato al centro della scena davanti a un grande schermo approntato sul palco su cui viene proiettato il film di Fleming, il Mago assume qui la figura di un improbabile dittatore (un piccolo dittatore-direttore d’orchestra con il volto di Hitler) megalomane e ossessionato dal film cult del quale esegue senza tregua il doppiaggio, arrogandosi tutti i ruoli inclusa la parte audio: voci, musiche, suoni, rumori. Dall’impossibilità di poter doppiare tutto e dalla necessità di selezionare le parti e i punti a cui dare voce, scaturisce una irrefrenabile comicità. Un’esilarante miscela performativa che si avvale del virtuosismo attoriale di Marco Cavalcoli e che da un lato esalta il susseguirsi della narrazione del film, dei colpi di scena, delle battute mentre dall’altro, aggiunge vitalità, caratteristica dei modi e dei ritmi propri del teatro.

Il Comune di Urbania mette a disposizione del pubblico un servizio bus gratuito per il Teatro Bramante. Partenza da Pesaro (parcheggio San Decenzio) alle ore 18.30 e da Urbino (parcheggio Mercatale) alle ore 19.15. Prenotazioni bus presso AMAT Biglietteria Pesaro via Rossini 41 tel. 0721 638882, Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino AMAT, Uffici di Pesaro tel 0721 3592515.

Inizio spettacolo ore 21.15.
Per informazioni e biglietti (10 euro, ridotto 8): Teatro Bramante 0722 317929

Recanati, in scena la danza de “Le Quattro Stagioni”


Venerdì 25 marzo torna la danza al Teatro Persiani di Recanati con uno spettacolo intenso e coinvolgente, Le Quattro Stagioni, nuovissima coreografia di Spellbound Dance Company sulle suggestive musiche di Antonio Vivaldi



Venerdì 25 marzo dopo il successo dello scorso anno torna la danza al Teatro Persiani per la sezione contemporaneo della stagione curata da Comune di Recanati e AMAT con il contributo di Regione Marche e Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

In programma uno spettacolo intenso e coinvolgente, Le Quattro Stagioni, nuovissima coreografia di Spellbound Dance Company sulle suggestive musiche di Antonio Vivaldi.

La compagnia - in evoluzione continua, caratterizzata da quel mix di energia, forza, virtuosismo e tecnica rigorosa che sono alla base del suo successo e che negli anni l’hanno resa un modello di ispirazione per diversi giovani coreografi emergenti - è guidata da Mauro Astolfi, artista di fama internazionale e docente nelle accademie e centri di formazione europei e statunitensi.

“Dietro l’apparente quadro iconografico rappresentato dal susseguirsi delle”stagioni” con tutta la simbologia annessa, i suoi simboli atmosferici – scrive Mauro Astolfi nelle note allo spettacolo - si percepisce un significato molto profondo, meno visibile, ma che arriva a toccare piani molto vasti e meno soggettivi. Le “mie” Quattro Stagioni abitano fuori e dentro una piccolo spazio, che si innalza, trascina e soffoca a momenti ma che ripara, unisce, protegge, sembra una casetta ma è una nave, un albero, un posto misterioso da cui osservare le stagioni che mutano, un posto da dove partecipare in prima persona al ciclo della natura che si rinnova e l’autunno, non solo foglie che cadono, la primavera, non solo fiori che spuntano ma una natura dentro di noi, un rituale magico primordiale, un evento che si immagina e poi si cerca di imitare, di impossessarsi del spirito stesso dell’evento. Gli eventi si evocano per diventarne parte integrante, partecipando al dramma della natura che muore... ma vedere un po’ più in là il seme della futura rinascita. Spellbound Dance Company vive questa avventura sprofondata nella terra e sul ramo più alto degli alberi… quando è sera si torna a casa.”

L’alternarsi delle stagioni è come un cerchio che si chiude e ricomincia, una spirale continua, senza interruzioni, sempre diversa e sempre uguale; la musica sarebbe una materia ideale per raccontare questo ciclo di perenni ripetizioni variate ma è inadeguata a renderne la concretezza, quella solida realtà che regola la vita sulla terra. Per questo ho deciso di usare frammenti musicali eterogenei che di volta in volta accendessero un piccolo riflettore su un dettaglio significativo: i suoni della natura, le voci degli uccelli, un ritmo di danza, una melodia modale dal sapore arcaico, sonorità elettroniche astratte, il suono di uno strumento insolito come la glassharmonica o il flauto basso, ad esempio, scrive Luca Salvadori curatore delle musiche.

La coreografia e il set concept è di Mauro Astolfi, la regia multimediale di Enzo Aronica, il disegno luci di Marco Policastro, la realizzazione delle scene di Esse A Sistemy.

Informazioni e biglietti: Teatro Persiani tel. 071 7579445, AMAT 071 2072439, www.amat.marche.it


Inizio spettacolo ore 21.

Ancona, in prima assoluta lo spettacolo di musica e danza “Concerti”


Venerdì 25 e sabato 26 marzo debutta in prima assoluta negli spazi del Teatro Studio alla Mole Vanvitelliana “Concerti” spettacolo di musica e danza contemporanea nato dalla collaborazione tra l’Istituto Musicale Pergolesi di Ancona e l’Associazione Centro Danza Ancona. Il concetto coreografico nasce da un’idea di Rebecca Murgi e Jonathan Pranlas



Sta ormai arrivando a conclusione la seconda edizione di OFF/side – teatro del presente, progetto curato dalla Compagnia Vicolo Corto di Ancona in collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche – Fondazione Le Città del Teatro e AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune e della Provincia di Ancona.



Off/Side – Teatro del Presente è una rassegna di teatro che nasce da una domanda: che cos’è il teatro off? Le risposte possono essere innumerevoli: è il teatro dei circuiti alternativi, è il teatro emergente, è il teatro che non si fa a teatro? Questo termine difficilmente rientra in una definizione precisa e viene recepito in maniera diversa dal pubblico. Ognuno ha la propria idea sul “teatro off”.

Con questa seconda edizione emerge ancora con più forza la volontà di creare una stagione di teatro contemporaneo ampia e articolata, che porti con se l'entusiasmo e l'esperienza maturata in questi cinque anni dalla compagnia Vicolo Corto nella gestione dell’Hangar CultLab.



Ottavo appuntamento venerdì 25 e sabato 26 marzo: in prima regionale assoluta debutta negli spazi del Teatro Studio alla Mole Vanvitelliana “Concerti” spettacolo di musica e danza contemporanea nato dalla collaborazione tra l’Istituto Musicale Pergolesi di Ancona e l’Associazione Centro Danza Ancona. Il concetto coreografico nasce da un’idea di Rebecca Murgi e Jonathan Pranlas. La scena sarà occupata da tre musicisti Jian Wang al piano, Loris Baccalà e Federico Occhiodoro alle percussioni e sette danzatori: Daniela Mariani, Elisa Spina, Fabio Bacaloni, Jonathan Pranlas, Rebecca Murgi, Simona Ficosecco e Valentina Clementi.



Concerti nasce dalla fusione tra danza e musica contemporanea rappresentata dal vivo sviluppando il dialogo tra due linguaggi così simili ma complessi da fondere. Le coreografie sono frammentate a seconda dei brani eseguiti dai musicisti e conducono il pubblico in diversi quadri sonori all’interno dei quali il corpo sviscera le possibilità della composizione musicale in maniera più astratta che teatrale, emozionando perché il corpo e la musica toccano i “ritmi dell’anima".



Rebecca Murgi, danzatrice e coreografa in molte produzioni sia Italiane che Europee, si forma in accademie tra le quali la “London Contemporary School” e il “College of arts” Arnhem – EDDC (European Dance Development Centre). Insegna in molte accademie di danza in Europa, tra le quali: SEAD a Salisburgo (Austria), Agon Groop dance academy di Ljublijana (Slovenia) e Xida Group a Linz (Austria). Vincitrice del Premio Nuove Sensibilità 2007 con lo spettacolo “Io Sono Internazionale”, insegna attualmente danza presso la Scuola del Teatro Stabile delle Marche e la Luna Dance Center di Ancona.



Lo spettacolo nasce grazie alla collaborazione tra l’associazione CDA di Ancona e l’Istituto Musicale Pergolesi di Ancona. In occasione della prima regionale partner dell’evento sono stati anche Comune di Ancona – Assessorato alla Cultura, Teatro Stabile delle Marche, Compagnia Vicolo Corto/Hangar CultLab, A.M.A.T, La Luna Dance Center.



Gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Studio alla Mole Vanvitelliana e avranno inizio alle ore 21.30. Costo del biglietto 10,00 €.





Per informazioni e prenotazioni:

Compagnia Vicolo Corto/Hangar CultLab

328 7908884

347 5003440

www.vicolocorto.it

compagnia@vicolocorto.it

lunedì 21 marzo 2011

Danzando per le Marche, appuntamenti a Corinaldo, Recanati e Ancona


23 marzo 2011 h 21.15
Corinaldo, Teatro Goldoni
COMPAGNIA JUNIOR BALLETTO DI TOSCANA
QUANT’È BELLA GIOVINEZZA…
coreografie Arianna Benedetti ed Eugenio Scigliano
Creatività, tecnica e forza scenica per una serata di danza pura, energica ed elegante.


25 marzo 2011 h 21
Recanati, Teatro Persiani
SPELLBOUND DANCE COMPANY
LE QUATTRO STAGIONI
coreografia e set concept Mauro Astolfi
I suoni della natura, le voci degli uccelli, un ritmo di danza, una melodia dal sapore arcaico


25 e 26 marzo h 21.30
Ancona,Teatro Studio Mole Vanvitelliana
CONCERTI
Spettacolo di musica e danza contemporanea
concetto coreografico Rebecca Murgi e Jonathan Pranlas
musicisti Jian Wang (piano), Loris Baccalà (percussioni), Federico Occhiodoro (percussioni)
danzatori Daniela Mariani, Elisa Spina, Fabio Bacaloni, Jonathan Pranlas, Rebecca Murgi, Simona Ficosecco, Valentina Clementi
Un progetto di ricerca tra l’Istituto Musicale Pergolesi di Ancona e l’Associazione Centro Danza Ancona
La fusione tra danza e musica contemporanea, il dialogo tra due linguaggi così simili ma complessi da fondere



NUOVI TALENTI PER LA DANZA

Civitanova Danza per Domani
Concorso di danza classico-accademica in collaborazione con la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala
Termine per consegnare la domanda di partecipazione: 24 marzo 2011
INFO E BANDO
http://www.amatmarche.net/index.php/LA-DANZA-NELLE-MARCHE/danza-per-d.html
tel. 071 2075880
www.civitanovadanza.it

Vetrina della giovane danza d'autore – Anticorpi XL
Alla ricerca di nuovi talenti della danza contemporanea.
Termine per consegnare la domanda di partecipazione: 30 marzo 2011
INFO E BANDO
http://www.amatmarche.net/index.php/LA-DANZA-NELLE-MARCHE/Microfes.html
www.anticorpi.org/anticorpixl


info e prenotazioni biglietti
Amat 071 2072439 www.amat.marche.it

Ancona, Teatro Studio alla Mole 347 5003440
Corinaldo, Teatro Goldoni 071 7978044
Recanati, Teatro Persiani 071 7579445

Itinerari nel teatro del presente, spettacoli a Fermo, Pesaro e Ancona


25 e 26 marzo h 21.30
Ancona, Teatro Studio Mole Vanvitelliana
CONCERTI
Spettacolo di musica e danza contemporanea
concetto coreografico Rebecca Murgi e Jonathan Pranlas
musicisti Jian Wang (piano), Loris Baccalà (percussioni), Federico Occhiodoro (percussioni)
danzatori Daniela Mariani, Elisa Spina, Fabio Bacaloni, Jonathan Pranlas, Rebecca Murgi, Simona Ficosecco, Valentina Clementi
Concerti nasce dalla fusione tra danza e musica contemporanea rappresentata dal vivo sviluppando il dialogo tra due linguaggi così simili ma complessi da fondere. Concerti è progetto di ricerca tra l’Istituto Musicale Pergolesi di Ancona e l’Associazione Centro Danza Ancona.
info e prenotazioni
347 5003440

30 marzo h 21
Pesaro, Teatro Rossini
MOTUS
ALEXIS
UNA TRAGEDIA GRECA
di Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
con Silvia Calderoni, Vladimir Aleksic, Benno Steinegger, Alexandra Sarantopoulou
Il classico fatto conflagrare con la più lacerata contemporaneità attraverso un mix di materiali multimediali che si configura come una sorta di blog teatrale
info e prenotazioni
Ancona, Amat 071 2072439 www.amat.marche.it
Pesaro, Teatro Rossini 0721 387621
Pesaro, biglietteria Amat 0721 638882
biglietti
posto unico numerato 10 euro
ridotto giovani e studenti 8 euro

TeatrOltre 2011 è promosso da
Fondazione Teatro della Fortuna di Fano | Comune di Pesaro Comune di Urbino
Comune di Urbania | Provincia di Pesaro e Urbino | AMAT
in collaborazione con Regione Marche | Ministero per i Beni e le Attività Culturali


30 marzo h 21
Fermo, Teatro dell’Aquila
TEATRO SOTTERANEO
LA COSA 1
elaborazione drammaturgica Daniele Villa
La Cosa 1 è l’evento, ma è anche il momento subito dopo, quando ci si ferma, stanchi, saturi. La Cosa 1 invece continua, riparte a correre, fare: la fine sostituita dal sequel: si vive una volta sola.

info e prenotazioni
Ancona, Amat 071 2072439 www.amat.marche.it
Fermo, Teatro dell’Aquila 0734 284295
biglietti
settore A 10 euro
settore B 5 euro

La stagione 2010.2011 del Teatro dell’Aquila è promossa da
Comune di Fermo Assessorato alla Cultura | AMAT
in collaborazione con Regione Marche | Ministero per i Beni e le Attività Culturali

segui itinerari nel teatro del presente su www.nuovascenamarche.it

Pergola, "Beatnik Remember Party": per una notte torna la grande musica all'ex Beatnik


Prendi Lillo e Lello, aggiungi il rock acustico de Il Ladro il Giullare e il Folle, il rock grintoso dei Pollyrock e infine l'hard rock tostissimo degli Hard like a beast. Ora miscela il tutto in uno dei locali che hanno fatto la storia della vallata del Cesano e non solo. Ne verrà fuori una serata esplosiva, da non perdere assolutamente, con tanta buona musica per tutti i gusti.

Voci ben informate dicono che sul palco del Mamibù saliranno anche i FOTTUTISSIMI! Insomma VIETATO MANCARE!

Al MAMIBU' di Pergola venerdì a partire dalle ore 22, l'appuntamento per tutti gli appassionati di buona musica è con "Beatnik Remember Party".

Una serata fotonica con 3 gruppi che sapranno far scatenare tutti i presenti.

L'ingresso è libero, il divertimento è assicurato!

venerdì 18 marzo 2011

A Tavullia apre bar-pizzeria "Da Rossi"


(ANSA) - TAVULLIA (PESARO URBINO), 18 MAR - Apre domani a Tavullia il Bar-pizzeria ''Da Rossi''. Si tratta del rinnovato Fan Club, che ora non e' piu' solo un luogo di incontro per i tesserati e i tifosi di Valentino, ma apre la porta a tutti gli appassionati, che potranno mangiare una pizza, fare colazione, o seguire in una sala tv i Gran Premi. Un'occasione speciale, cosi' come il debutto di Valentino con la Ducati: il Fan Club e la Provincia di Pesaro Urbino hanno deciso di installare un maxischermo nella piazza principale, proprio di fronte al Fan Club, per seguire domenica in diretta il Gp del Qatar.

(ANSA).

mercoledì 16 marzo 2011

"Pergola Tricolore", mostra Risorgimentale per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia



“Pergola Tricolore”, mostra di cimeli e documenti del Risorgimento Pergolese, dal 17 marzo al 30 giugno 2011. Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Inaugurazione Giovedì 17 marzo 2011 alle ore 16,30 presso la Sala del Consiglio Comunale; ore 17.30 presso Museo dei Bronzi Dorati.
Curatori della mostra: Marisa Baldelli e Alessandro Crinelli
Mostra organizzata in collaborazione con la Soprintendenza P.S.A.E. delle Marche-Urbino

L’Amministrazione comunale prosegue le Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Dopo che, l’8 settembre dell’anno scorso, Pergola ha aperto le Celebrazioni regionali dell’Unità d’Italia con un convegno di storia risorgimentale e con la sfilata della Fanfara dei Bersaglieri, giovedì prossimo 17 marzo, alle ore 16.30, alla presenza delle autorità civili e militari, verrà inaugurata “Pergola Tricolore”, mostra di cimeli e documenti del Risorgimento Pergolese.
La Città di Pergola è infatti decorata con la Medaglia d’oro al Risorgimento proprio per i suoi importanti trascorsi risorgimentali e per essere stata, l’8 settembre 1860, il primo Comune delle Marche ad insorgere per l’Unità d’Italia.

La mattina del prossimo 17 marzo, la Città di Pergola parteciperà alla celebrazione solenne dei Consigli comunali di Pesaro, Fano, Urbino e del Consiglio provinciale presso la Prefettura.
Dopo la cerimonia del mattino con l’alzabandiera in piazza del Popolo a Pesaro, nel pomeriggio, le celebrazioni provinciali proseguiranno proprio a Pergola.
Alle ore 16,30 inizierà la cerimonia d’inaugurazione della Mostra “Pergola Tricolore” nella Sala del Consiglio Comunale, in quello stesso Palazzo dove oltre centocinquanta anni fu issato il vessillo tricolore, anticipando gli eventi che avrebbero portato all’Unità d’Italia.
Dopo il saluto del Sindaco di Pergola Francesco Baldelli, interverranno il Prefetto di Pesaro e Urbino Attilio Visconti, il Presidente della Provincia Ricci, il Presidente del Consiglio provinciale Bartolucci, il Vicesindaco di Fano Cucuzza, il Vicesindaco di Pesaro Catalano e il Presidente del Consiglio comunale di Urbino Mechelli. Seguiranno le lezioni di storia risorgimentale di Marisa Baldelli e di Stefano Orazi, Presidente provinciale dell’Istituto di Storia risorgimentale.
Dopo le conclusioni, autorità e cittadini si sposteranno presso il Museo dei Bronzi Dorati ove il Sindaco di Pergola taglierà il nastro e inaugurerà la mostra “ Pergola Tricolore”.
Tale mostra è frutto di un anno di duro lavoro di Alessandro Crinelli e Marisa Baldelli che hanno raccolto importantissimi cimeli risorgimentali legati alla storia del nostro territorio. Fra questi cimeli vi è la medaglia d’oro, unica nella nostra Regione, conferita a Pergola nel 1911 per le benemerenze acquistate nel periodo risorgimentale; la Bandiera del “Comitato di Emigrazione delle Marche”, vessillo portato dagli emigrati marchigiani nel solenne ingresso di Vittorio Emanuele II avvenuto a Bologna nell’aprile 1860.
In una apposita teca saranno poi esposti gli speroni d’oro donati dalle donne di Pergola a Vittorio Emanuele II nel 1860. Gli speroni, su richiesta del Sindaco Baldelli, sono stati gentilmente concessi a Pergola dall’Armeria Reale del Comune di Torino.
La mostra sarà arricchita da manifesti e materiale di stampa dell’epoca, in un percorso didattico rivolto soprattutto alle scuole della nostra provincia, perché non dimentichino le lotte, l’impegno e gli ideali dei giovani di allora che contribuirono, con il loro sacrificio, a rendere l’Italia unita.

Amministrazione comunale di Pergola

Ciaspolata sul Monte Catria


Domenica 20 Marzo 2011 - ore 8.30
Dopo la bellissima giornata di Domenica 7, assolata, carica di neve fresca e fiabesche formazioni di ghiaccio (vedere la galleria fotografica) abbiamo deciso di ripetere la passeggiata sul Catria. Si usa la bidonvia per salire dalla stazione d'arrivo della bidonvia verso il Catria, fino al rifugio La Vernosa e rientro. Si tratta di un' escursioni di moderata difficoltà (molto facile per chi ha un minimo di esperienza), con un dislivello assai modesto e ben distribuito.
Anche se in auto si va solo fino a Frontone, consigliamo comunque gomme da neve e catene a bordo. Chiedete alla segreteria informazioni sulla viabilita e sulle strade più brevi per giungere a Frontone.
Si consiglia abbigliamento a strati, molto pesante ma con possibilita di alleggerirsi rapidamente. Calzature a prova di neve.
Per l'orario e il luogo di ritrovo consultate la segreteria.


Il costo è di 22,00 euro a testa e comprende:
guida ambientale escursionistica
racchette da neve (ciaspole)
2 bastoncini telescopici
andata e ritorno con la bidonvia
costo parcheggio
Con un modesto sovrapprezzo è possibile pranzare al rifugio "Cupa delle Cotaline" (cibo buono e abbondante, ampi spazi); chiedere alla segreteria. Chi volesse invece pranzare al sacco potra contare su uno spazio coperto e riscaldato messo a disposizione dal rifugio. Sentire la segreteria per i dettagli.

Mantenete i contatti con la segreteria per informazioni meteo (situazione in evoluzione) e per eventuali variazioni di programma.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per informazioni su orari, località precisa di ritrovo e incontro con le guide, nonche caratteristiche dei percorsi chiamate i seguenti numeri :
segreteria e informazioni
al 0721 700224 – 226
fax 0721 700148
Cell. 335.1743538
IMPORTANTE:
L'adesione a Facebook è gradita ed è utile, ma non è sufficiente per prenotare l'Escursione o il Soggiorno,
PER PRENOTARE è Necessario chiamare il numero della Segreteria Operativa Cell.335.1743538 o 0721 700224 – 226.
Molti Utenti su Facebook non sono reali e non riusciamo a organizzarci se non abbiamo definito precisamente
il numero dei partecipanti.

Moie, la biblioteca “eFFeMMe23” celebra l’Unità d’Italia


Moie - Il centro culturale “eFFeMMe23” di Moie celebra il 150° anniversario dell’Unità d’Italia con l’iniziativa dal titolo “Viva L’Italia”. L’Amministrazione comunale promuove due giornate, mercoledì 16 e giovedì 17 marzo, da trascorrere in biblioteca, fra musica, incontri, letteratura e cinema, all’insegna dell’unificazione nazionale.Il programma di mercoledì prevede, alle ore 19, l’aperitivo tricolore al Caffè letterario della biblioteca e alle ore 21 l’iniziativa dal titolo “Le canzoni che hanno visto l'Italia bambina”, concertino del famoso e apprezzato gruppo “Burro e Salvia”. Durante lo spettacolo i servizi bibliotecari saranno attivi.
Giovedì 17 marzo, giorno dell’anniversario della proclamazione dell’Unità, alle ore 15,30 ci sarà la manifestazione “Viva l’Italia: l’unità raccontata con musiche, parole, alzabandiera e rievocazione storica dell’incontro di Teano”, in programma nel piazzale della eFFeMMe23 in collaborazione con l’Istituto comprensivo “Carlo Urbani”, la banda l’Esina, la Filarmonica “ Gaspare Spontini”, il coro “David Brunori”, l’associazione equestre Vallesina e il gruppo scout . Sarà un evento festoso, scenografico, ma anche ricco di contenuti. A tutti i bambini sarà donata una bandierina e a tutti i partecipanti sarà consegnata una coccarda tricolore.
Alle ore 18 si terrà il nuovo appuntamento della rassegna Scrittori leggono scrittori, anch’essa dedicata all’Italia unita. In questo incontro lo scrittore Gianni d’Elia leggerà il romanzo “Petrolio” di Pier Paolo Pasolini. Seguirà, alle ore 19, l’Aperitivo tricolore al Caffè letterario. Ma non basta. Alle ore 21 verrà proiettato il film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti nell’ambito dell’iniziativa cineforum in collaborazione con l’Università degli Adulti della Media Vallesina.
“La manifestazione – spiega il sindaco Giancarlo Carbini – fa parte di una serie di iniziative che si svolgeranno lungo tutto l’arco dell’anno per festeggiare nel migliore dei modi l’importante anniversario del 150esimo anniversario dell’unità d’Italia. Installeremo anche striscioni tricolori e bandiere italiane in piazza Santa Maria, lungo via Risorgimento e nel piazzale del centro culturale eFFeMMe23 dove si svolgerà la manifestazione del 16 e 17 marzo. Abbiamo coinvolto i ragazzi dell’Istituto comprensivo per renderli maggiormente partecipi del significato di questa ricorrenza, per ricordare i valori che hanno spinto generazioni di giovani a impegnarsi e sacrificarsi per rendere unita la nostra nazione, per sottolineare come sia importante il rispetto della nostra storia, di quello che abbiamo costruito in 150 anni e del nostro ricchissimo, unico patrimonio nazionale di civiltà, storia, cultura e vitalità”.

Piobbico, presentazione del libro "Monte Nerone segreto"


PIOBBICO - Sabato 19 Marzo - Ore 17.00 - Castello Brancaleoni

Presentazione del libro "MONTE NERONE SEGRETO" di M.Bani

Esperto ed appassionato esploratore del Monte Nerone, Marco Bani, condivide con noi 30 anni di ricerche spelologiche nel suo ultimo libro “Monte Nerone Segreto”, una “carta d’identità” speleo-carsica della montagna.
Membro della Sezione Speleologica di Città di Castello, Marco Bani, è profondamente legato al nostro territorio al quale si è dedicato intensamente curando molteplici attività: è sua la pubblicazione “La Grotta dei Cinque Laghi” scoperta nel 1982 agli esordi della sua carriera speleologica. Successive sono “Vita nelle grotte” e “Monte
Nerone”.
Ha curato e pubblicato la rete sentieristica della Comunità Montana del Catria e del Nerone, e nel 1989 fonda il CEA di Piobbico dove per diversi anni ha tenuto seminari naturalistici.
A lui dobbiamo ancora il ritrovamento dei giacimenti di Orsi Spelei, che oggi sono esposti nella sezione Speleologica del Museo civico Brancaleoni di Piobbico.
Un attività intensa guidata dall’interesse e la passione “di chi ammira con religiosa meraviglia il favoloso spettacolo della natura”, come lui stesso dice in preludio alla sua monografia.
Col suo stile coinvolgente, un linguaggio divulgativo comprensibile anche a chi non abbia una formazione scientifica, in “Monte Nerone Segreto” Marco Bani ci porta con sé nei luoghi più nascosti di Monte Nerone, facendoci viaggiare nel tempo e nello spazio, alla scoperta dei segreti ipogei e non solo, celati dalla montagna. Ben 132 le grotte rilevate… solo anticamere alla “Grande Grotta” che attendiamo
ancora di conoscere.

Nella platea delle Marche dal 21 al 27 marzo, spettacoli a: Corinaldo, Urbino, Pesaro, Macerata, Mogliano, Urbania, Mondavio, Osimo, Recanati...


NELLA PLATEA DELLE MARCHE DAL 21 AL 27 MARZO 2011
URBINO | martedì 22 marzo 2011
Teatro Sanzio ore 21,15
COMPAGNIA VOCITINTE
L’UOMO, LA BESTIA E LA VIRTÙ
di Luigi Pirandello
regia Antonio Mingarelli
[Vocitinte fa parte della piattaforma “Matilde”. Progetto di Regione Marche e Amat]

CORINALDO | mercoledì 23 marzo 2011
Teatro C. Goldoni ore 21,00
COMPAGNIA JUNIOR BALLETTO DI TOSCANA
QUANT’È BELLA GIOVINEZZA
che si sfugge tuttavia - chi vuol esser lieto sia - del doman non v’è certezza
coreografie Arianna Benedetti ed Eugenio Scigliano

MACERATA | mercoledì 23 marzo 2011
Teatro Lauro Rossi ore 21,00
AMBRA ANGIOLINI e PIERGIORGIO BELLOCCHIO
I PUGNI IN TASCA
di Marco Bellocchio
regia Stefania De Santis

MACERATA | giovedì 24 marzo 2011
Teatro Lauro Rossi ore 21,00
AMBRA ANGIOLINI e PIERGIORGIO BELLOCCHIO
I PUGNI IN TASCA
di Marco Bellocchio
regia Stefania De Santis

MACERATA FELTRIA | giovedì 24 marzo 2011
Teatro A. Battelli ore 21,15
COMPAGNIA GANK
QUESTA SERA SI RECITA A SOGGETTO
di Luigi Pirandello
regia Alberto Giusta

MOGLIANO | giovedì 24 marzo 2011
Teatro Apollo ore 21,00
GLORIABABBI TEATRO
PRENDITI CURA DI ME
scritto e diretto da Giampiero Rappa

URBANIA | giovedì 24 marzo 2011
Teatro Bramante ore 21,00
FANNY & ALEXANDER
WEST + HIM
testi Chiara Lagani e Francesca Mazza, drammaturgia Chiara Lagani
regia Luigi de Angelis

MONDAVIO | venerdì 25 marzo 2011
Teatro Apollo ore 21,15
TEATRO NECESSARIO
NUOVA BARBERIA CARLONI
regia Mario Gumina

OSIMO | venerdì 25 marzo 2011
Teatro La Nuova Fenice ore 21,00
ENZO STORICO, CINZIA DISTEFANO e SANDRO SCAPICCHIO
MO’ VE RACCONTO… ROMA!
Testi, aneddoti e canzoni nel viaggio dalla Roma Papalina ad oggi
di Enzo Storico e Cinzia Distefano
regia Claudio Insegno

PESARO | venerdì 25 marzo 2011
Teatro G. Rossini ore 21,00
GIULIANA LOJODICE
LE CONVERSAZIONI DI ANNA K.
liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka
regia Ugo Chiti

PORTO SAN GIORGIO | venerdì 25 marzo 2011
Teatro Comunale ore 21,00
IAIA FORTE e STEFANO ARTISSUNCH
IL SOGNO DI LISISTRATA
da Aristofane
regia Stefano Artissunch

RECANATI | venerdì 25 marzo 2011
Teatro Persiani ore 21,00
SPELLBOUND DANCE COMPANY
LE QUATTRO STAGIONI
musiche Antonio Vivaldi
coreografie Mauro Astolfi

SAN SEVERINO MARCHE | venerdì 25 marzo 2011
Teatro Feronia ore 21,15
GLORIABABBI TEATRO
PRENDITI CURA DI ME
scritto e diretto da Giampiero Rappa

SANT’ELPIDIO A MARE | venerdì 25 marzo 2011
Teatro E. Cicconi ore 21,15
COMPAGNIA ACCADEMIA DELLO SPETTACOLO
NUNSENSE
il musical delle suore
di Dan Goggin
regia e coreografie Fabrizio Angelini
riprese da Alessia De Guglielmo e Paola Ciccarelli

MONTE SAN VITO | sabato 26 marzo 2011
Teatro Condominale La Fortuna ore 21,15
BUSTRIC
NAPOLEONE MAGICO IMPERATORE

PESARO | sabato 26 marzo 2011
Teatro G. Rossini ore 21,00
GIULIANA LOJODICE
LE CONVERSAZIONI DI ANNA K.
liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka
regia Ugo Chiti

POLLENZA | sabato 26 marzo 2011
Teatro Comunale ore 21,00
IAIA FORTE e STEFANO ARTISSUNCH
IL SOGNO DI LISISTRATA
da Aristofane
regia Stefano Artissunch

SAN COSTANZO | sabato 26 marzo 2011
Teatro La Concordia ore 21,15
TONI CLIFTON CIRCUS
HULA DOLL
da un’idea di Nicola Danesi de Luca e Iacopo Fulgi

PESARO | domenica 27 marzo 2011
Teatro G. Rossini ore 17,00
GIULIANA LOJODICE
LE CONVERSAZIONI DI ANNA K.
liberamente ispirato a La metamorfosi di Franz Kafka
regia Ugo Chiti





INFORMAZIONI E BIGLIETTI

È attiva a Pesaro, all’Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino (via Rossini 41 tel. 0721/638882), la biglietteria AMAT - Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino. Qui è possibile acquistare i biglietti per tutti i teatri della regione e per gli eventi nazionali (spettacoli, concerti, musei, mostre) promossi dal circuito di VivaTicket. Il servizio è aperto nei seguenti orari: martedì 10.30/14.30, mercoledì 10.30/12.30, giovedì 10.30/14.30, venerdì 10.30/12.30, sabato 16/18.

AMAT Corso Mazzini 99 60121 ANCONA tel. 071/2072 439 biglietterie@amat.marche.it

BIGLIETTERIE DEL CIRCUITO AMAT/VIVATICKET

_Ancona: AMAT, corso Mazzini 99 tel. 071/2072439;
_Ascoli Piceno: biglietteria del Teatro Ventidio Basso, piazza del Popolo, 17 tel. 0736/244970;
_Civitanova Marche: biglietteria del Teatro Rossini, via Buozzi 1 tel. 0733/812936;
_Fermo: biglietteria del Teatro dell’Aquila, via Mazzini 8 tel. 0734/284295;
_Macerata: biglietteria dei Teatri di Macerata, piazza Mazzini 10 tel. 0733/230735 0733/230508;
_Pesaro: AMAT Biglietteria della Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino, Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino, via Rossini 41 0721/638882
_Porto Recanati: Pro Loco, piazza F.lli Brancondi tel. 071/7591872;
_Porto Sant’Elpidio: Società Eventi Culturali via San Giovanni Bosco 26/A tel. 0734/902107;
_San Benedetto del Tronto: libreria La Bibliofila via Ugo Bassi 38 tel. 0735/587513

150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, iniziative a Senigallia, Barbara e Castelleone di Suasa


Solenni Celebrazioni ed Eventi Culturali in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia

Nei nostri Comuni delle Vallate Misa e Nevola verrà ricordato questo importante anniversario in tante iniziative istituzionali e culturali.

Noi di Scoprire Gustando abbiamo selezionato in questo spazio le iniziative principali, inoltre cliccando tra gli Eventi e su ogni Comune troverete le proprie iniziative allegate a questa importante ricorrenza.

W L'ITALIA !!!

MUSEI A SENIGALLIA

Musei Aperti a Senigallia in occasione del lungo week-end che accompagna i festeggiamenti per il 150° anniversario dall'Unità d'Italia.

I musei cittadini osserveranno speciali orari di apertura da domani, giovedì 17, fino a domenica 20 marzo, sempre ad ingresso gratuito.

Il Museo Comunale d'Arte Moderna dell'Informazione e della Fotografia sarà aperto nei seguenti orari: giovedì 17 dalle 11 alle 13,30; venerdì 18 dalle 8,30 alle 12,30 e ancora dalle 15,45 alle 18,30; sabato 19 sarà infine visitabile dalle 8,30 alle 12,30; prevista invece la chiusura per domenica 20. Il Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi” sarà aperto tutti i giorni, da giovedì a domenica, dalle 8,30 alle 12, oltre che nel pomeriggio di venerdì 18, dalle ore 16 alle 18.

L'Area Archeologica e il Museo “La Fenice” saranno visitabili tutti i giorni, da giovedì a domenica, sempre con orario dalle 15,30 alle 19,30 (venerdì vi sarà anche la possibilità di una visita guidata, anch'essa gratuita).


BARBARA


L'Amministrazione Comunale organizza la mostra "Marchigiani nel Risorgimento. Documenti e cimeli fra 1808 e 1945" patrocinata dall'Assessorato alla Cultura (vicesindaco Cingolani) e curata dal Prof. Baldetti, con la collaborazione dell'associazione culturale Sena Nova.

Programma Giovedì 17 Marzo 2011:

ore 9:30 - Cerimonia di intitolazione "Porta Primo Fraboni - martire partigiano - Monte S. Angelo di Arcevia, 4 maggio 1944" e di inaugurazione della mostra storico-documentaria nel Palazzo Mattei

ore 11:00 - Deposizione di corone d'alloro sulle tombe dei patrioti.


CASTELLEONE DI SUASA


La notte tra il 16 ed il 17 marzo 2011 il Museo Civico Archeologico “A. Casagrande” rimarrà aperto con ingresso gratuito;

Il 17 marzo 2011 alle ore 7,00 si eseguirà l'alza bandiera accompagnata dalle note dell'Inno di Mameli suonato dalla Banda Cittadina “ G. Verdi”;


Il 17 marzo 2011 alle ore 18,00, presso la sala consiliare, verrà consegnata la Costituzione Italiana a tutti i neo diciottenni residenti;

martedì 15 marzo 2011

Italia 150: De Gregori e Toni Servillo al Festival Poiesis di Fabriano


(ANSA) - ANCONA, 15 MAR - E' intitolata ''Fratelli in Italia'', la quarta edizione del Festival Poiesis in programma a Fabriano dal 20 al 22 maggio, che sotto la direzione artistica di Francesca Merloni propone eventi dedicati alla poesia, all'arte, alla musica, al cinema e al teatro.

Tra gli artisti, anche Francesco De Gregori, Toni Servillo e Goran Bregovic, che rielaboreranno il tema del 150/o dell'Unita' d'Italia in chiave contemporanea.

A partire da una fratellanza intesa come punto di partenza e di arrivo della condivisione di valori comuni di solidarieta' e accoglienza verso i nuovi italiani.(ANSA).

Senigallia, 150 anni dell'Unità d'Italia: il programma delle celebrazioni




La città di Senigallia è in prima fila nelle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia (17 marzo 1861-17 marzo 2011).

Il comitato cittadino per le celebrazioni, che coinvolge consiglieri comunali, dirigenti scolastici, rappresentanti del tessuto associativo locale e personalità del mondo culturale e accademico, ha infatti pensato ad un ricco programma di iniziative pensato per festeggiare questa importante ricorrenza.

Grazie al coinvolgimento del ricco e vitale tessuto culturale della città, è stato organizzato un intenso calendario di manifestazioni con l'obiettivo di coinvolgere tutta la cittadinanza: le iniziative, tutte ispirate al tema, comprenderanno giornate di studio, presentazioni di libri in biblioteca, proiezioni di filmati, ma anche teatro, spettacoli, un concerto riservato alle scuole, letture di brani storici e una rassegna cinematografica.

Particolarmente ricco il programma previsto per giovedì 17 marzo, quando alle ore 16,00 in via Carducci, nei pressi di Porta Lambertina, dopo il saluto del sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi andrà in scena "Senigallia s’è desta", storie e personaggi del Risorgimento a Senigallia con letture curate dai ragazzi del Laboratorio Teatrale del Liceo Scientifico “Medi” e con la partecipazione del Complesso Musicale Città di Senigallia. L'introduzione sarà curata dal professor Marco Severini. A seguire, alle ore 17,00 presso la biblioteca comunale si terrà "Italia d’autore, frammenti di musica e parole dell’Italia di oggi" con la partecipazione, per l’Associazione Musikè, di Marika Profili (chitarra e voce) e Giulia Torbidoni (pianoforte) e per le parole di Catia Urbinelli e Mauro Pierfederici.

La giornata si concluderà alle ore 21.15 presso il teatro La Fenice con il "Concerto tricolore" del complesso musicale "Città di Senigallia" e della corale "Luigi Tonini Bossi", che sarà aperto con l’esecuzione del canto risorgimentale "La Sinigagliese", scritto nel 1848 da Luigi Mercantini e messo in musica dal maestro concertatore di Senigallia Giovanni Zampettini.


L'immagine nella cartolina riproduce un sovraporta di R. Buratti, eseguito per il Teatro La Fenice, che ritrae l'ingresso delle truppe piemontesi a Senigallia. Si riconosce nello sfondo Porta Lambertina. Dopo la demolizione del teatro, il dipinto è stato esposto a Palazzetto Baviera ed è ora posizionato all'interno del Palazzo Comunale.

Giovedì 17 per l’Unità d’Italia negozi chiusi e niente mercato
Giovedì 17 marzo, il giorno in cui cade la ricorrenza del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, sarà considerata festività nazionale e il Sindaco di Senigallia, accogliendo l’opzione lasciata dalla Regione Marche ai singoli Comuni, ha deciso di emanare in data odierna un’ordinanza – la n° 92/2011 – per stabilire che dovranno osservare una giornata di chiusura tutti gli esercizi commerciali. La disposizione riguarda sia quelli al dettaglio in sede fissa che il mercato settimanale e giornaliero all’aperto.

I prossimi appuntamenti

Giovedì 17 marzo
ore 16,00 via Carducci, nei pressi di Porta Lambertina:
SENIGALLIA S'E' DESTA
storie e personaggi del Risorgimento a Senigallia con letture curate dai ragazzi del Laboratorio Teatrale del Liceo Scientifico “Medi” e con la partecipazione del Complesso Musicale Città di Senigallia. Introduzione del Professor Marco Severini

ore 17,00 Biblioteca Comunale
ITALIA D'AUTORE
frammenti di musica e parole dell’Italia di oggi
La musica: per l’Associazione Musikè, Marika Profili, chitarra e voce - Giulia Torbidoni, pianoforte. Le parole: Catia Urbinelli e Mauro Pierfederici.

ore 21.15 Teatro La Fenice
CONCERTO TRICOLORE
Concerto per banda e coro con il Complesso Musicale “Città di Senigallia” e l’Associazione Corale “Luigi Tonini Bossi”.


Venerdi 25 Marzo
ore 17 Auditorium San Rocco
SENIGALLIA ITALIANA, UN SIGNIFICATO STORICO ATTUALE
Convegno di Studi a cura di Marco Severini, in collaborazione con il Liceo Classico “Perticari”

Scene dal Risorgimento
Rassegna Cinematografica alla Piccola Fenice, ore 21.15


Martedì 15 Marzo Allonsanfan di Paolo e Vittorio Taviani
Martedì 22 Marzo 1960 di Alessandro Blasetti
Martedì 29 Marzo In nome del popolo sovrano di Luigi Magni




Programma 17 marzo
http://www.comune.senigallia.an.it/senigallia/inc/redaction/5320/5752/21958.pdf

Pesaro, “PRO MEMORIA 150°. Tre momenti per pensare”


Il programma delle iniziative per il 150° dell’Unità d’Italia, cui l’Oliveriana ha già dato un primo contributo nel settembre 2010 con quattro incontri, a partire da un convegno dedicato alla ricorrenza della annessione di Pesaro al Regno di Sardegna, prosegue nel 2011 con l’organizzazione di tre momenti “per pensare” l’Unità


Momenti realizzati aderendo altresì a un'altra convergente proposta della Regione Marche in collaborazione con l’ICOM (International Council of Museums), denominata Grand tour musei dedicata in generale alla memoria e, per l’Italia, al 150°.

Il primo, dal titolo 1861 e dintorni, aderisce allo spirito del 17 marzo come data che intende rammentare gli inizi della riunita comunità con la proclamazione del Regno d’Italia: una piccola mostra che raccoglie una selezione di libri, periodici, manoscritti, manifesti, bandi e altri documenti non librari, come medaglie e cimeli raccolti per rappresentare e interpretare le modalità celebrative che hanno accompagnato la proclamazione e poi, nel 1911 e nel 1961, le diverse commemorazioni nel cinquantenario e centenario dell’Unità.

Curata dalla Biblioteca e realizzata nei suoi locali con il contributo di Roberto Vecchiarelli, l’esposizione si inaugurerà giovedì 17 marzo alle 17 e resterà allestita fino alla fine dell’anno con l’idea di assumere nel corso dei mesi nuovi contenuti come risultato di un cantiere di ricerca offerto al pubblico degli studiosi e ricercatori.

Il secondo momento, in connessione con la notte dei musei il 14 maggio, alle 21 nell’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi, collegherà suggestioni della storia locale da documenti anche antichissimi, come epigrafi, lapidi, testi letterari in una conferenza di Paolo Teobaldi, il noto scrittore pesarese che possiede la dote rara di trasfigurare poeticamente frammenti di esperienze minime e comuni.

Il suo intervento si intitola 150 nomi e parole da ricordare: “150, la memoria canta…: una veloce carrellata sui nomi, sui cognomi, sui soprannomi, sui toponimi, sulle lapidi degli antenati e degli antemorti che ci hanno preceduto in questa città e in questo territorio, di cui hanno variamente marcato l’identità e le nevrosi”. Così l’Autore presenta la sua conversazione, “con una necessaria premessa: nessuno pensi che la nostra memoria sia meglio (o peggio) di quella degli altri Italiani degli altri territori dell’Italia unita”.

Il terzo, il 18 maggio, alle 17.30 nell’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi sempre gentilmente concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, in connessione con la giornata internazionale dei musei, consisterà in un dialogo tra Armando Massarenti, filosofo della scienza e collaboratore de “Il Sole 24 Ore”, e Marco Pivato, autore di un recentissimo saggio pubblicato da Donzelli dal titolo Il miracolo scippato, in cui sono narrate le occasioni sprecate della scienza italiana negli ultimi cinquant’anni.

Pivato, che è un giovane chimico farmaceutico specializzato in giornalismo scientifico, si chiede come mai “agli inizi degli anni Sessanta l’Italia vantava alcuni poli di eccellenza scientifico-tecnologici che il mondo le invidiava in quattro settori strategici: informatico, petrolifero, nucleare, medico. Oggi in pieno terzo millennio, è il fanalino di coda tra i paesi più sviluppati proprio per scarsità di innovazione e ricerca”.

La mostra si realizza con il contributo di Provincia di Pesaro e Urbino, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Banca di Credito Cooperativo di Gradara e Fondi 5 x 1000.

Info: Biblioteca Oliveriana, tel. 0721 33344; e mail: biblio.oliveriana@provincia.ps.it

Saltara, tutto il meglio della scienza Made in Italy al Museo del Balì


Giovedì 17 marzo il Museo del Balì festeggia l'Unità d'Italia con una conferenza spettacolo per scoprire tutto il meglio della scienza Made in Italy, dall'unificazione del nostro paese fino ai giorni nostri. L'evento è ad ingresso gratuito



Un evento per tenere a mente che l'Italia non è solo il paese del mangiar bene e dell'alta moda, ma anche la patria di importanti scoperte e altrettanto geniali inventori e scienziati. Come non ricordarsi, per esempio, che la prima rudimentale fissione nucleare fu realizzata da Enrico Fermi nella vasca dei pesci rossi del cortile dell'università di Roma?



Oppure che le distanze nel mondo si accorciarono incredibilmente dopo la scoperta delle onde radio di Guglielmo Marconi e l'invenzione del telefono di Antonio Meucci?



Questo e tanto altro sarà raccontato al Museo a partire dalle 18:00: per ogni decennio si analizzeranno le più importanti scoperte fatte dagli italiani, mettendole in relazione con quello che stava succedendo nel resto del mondo. Un appuntamento con la nostra storia aperto a tutti i curiosi.



L'evento è ad ingresso gratuito.



Loc. San Martino, 61030 Saltara (PU) – Tel 0721 892390, Fax 0721 896611 – info@museodelbali.it – www.museodelbali.it

A Cartoceto, laboratorio di costruzione e animazione di burattini


A Cartoceto il 26-27 marzo e il 2-3 aprile 2011 si svolgerà il Laboratorio di costruzione e animazione di burattini per educatori, insegnanti e anche per genitori a cura della Scuola Sperimentale di Teatro di Animazione Sociale

Ripartono le attività della Scuola Sperimentale di Teatro d’Animazione Sociale, giunta al suo terzo anno di vita. Il Teatro Aenigma nella ultradecennale collaborazione con il maestro burattinaio Mariano Dolci, propone un laboratorio di 20 ore dal titolo “BURATTINI E MARIONETTE IN EDUCAZIONE E NEI LUOGHI DEL DISAGIO”.

Questi strumenti espressivi, grazie al ricorso ad un arco praticamente illimitato di materiali, di procedimenti e di modalità di costruzione e di animazione, permettono di adattarsi alle capacità di ognuno, agevolando la comunicazione e la socializzazione all’interno del gruppo. Gli incontri sulle utilizzazioni di burattini e marionette in educazione e nei luoghi del disagio sono rivolti agli operatori che hanno il desiderio di conoscere le potenzialità che questi strumenti teatrali possono rivelare a contatto con bambini e ragazzi o con persone affette da problemi psichici, menomazioni sensoriali o motorie.

E’ antica settanta anni la storia delle esperienze terapeutiche in questo settore: la costruzione e l’animazione di burattini continua ad attirare l’attenzione di medici, psicologi e teatranti.

Essa è attualmente proposta, sia per socializzare e animare gruppi con difficoltà di comunicazione sia per contribuire ad illuminare la personalità dei componenti, sia ancora, sotto tutela medica, per favorire nel gioco teatrale una maggiore conoscenza di se stessi. Saranno descritte le potenzialità dei burattini raccolte in attività più che trentennali e le teorizzazioni recenti. Nei lavori pratici sarà proposta la costruzione di un burattino secondo le modalità che negli anni si sono dimostrate più congeniali nei contesti dell’educazione e del disagio. Ai partecipanti sarà proposto di praticare l’espressione spontanea, improvvisando con i burattini.Le lezioni si terranno a Cartoceto con il seguente orario: il sabato (26 marzo e 2 aprile) dalle 15 alle 20; la domenica (27 marzo e 3 aprile, dalle 8 alle 13). Il costo di iscrizione è di € 150,00.

Visitando il sito www.teatroaenigma.it è possibile scaricare il modulo con la richiesta di adesione da trasmettere agli organizzatori.



La “Scuola sperimentale di teatro di animazione sociale” è un progetto del Teatro Aenigma; è diretto da Mariano Dolci e Vito Minoia ed è rivolto ad educatori, operatori sociali, artisti, studenti interessati a formarsi nell’utilizzo di tecniche derivanti dalla tradizione del Teatro di Animazione (burattini, marionette, ombre) in campo educativo e nel sociale o semplicemente a chi è interessato a formarsi per un interesse personale. Mariano Dolci inizia negli anni ‘60 una collaborazione molto intensa con la compagnia del “Teatro Sperimentale dei Burattini di Otello Sarzi”, antica famiglia italiana di burattinai e teatranti. Dal 1970 lavora nel Comune di Reggio Emilia dirigendo il “Laboratorio di Animazione” (ora “Gianni Rodari”) delle Scuole e Nidi Comunali, in modo da sperimentare tutte le potenzialità pedagogiche dei burattini nelle istituzioni della città collaborando alla storica esperienza di Loris Malaguzzi e Gianni Rodari, fino al pensionamento avvenuto nel 2002. Per conto del Comune di Firenze ha collaborato con "Il museo dei ragazzi" (“Murfi”) di “Palazzo Vecchio” alla comunicazione museale rivolta all’infanzia.





ATTIVITÀ DI MARIANO DOLCI OGGI. Attualmente collabora come cultore della materia con l’insegnamento di Teatro di animazione, Facoltà di Scienze della formazione dell’ Università di Urbino (professor Vito Minoia) e con il Teatro Universitario Aenigma, partecipando alle attività di laboratorio in carcere o di sperimentazione espressiva nelle scuole per la riduzione dell’handicap. Per conoscere meglio il suo lavoro si veda anche il volume “MARIANO DOLCI. Dialogo sul trasferimento del burattino in Educazione” (Edizioni Nuove Catarsi, 2009, pag. 288, primo Quaderno della Scuola sperimentale di teatro di animazione sociale). Sotto la direzione della fisica Lara Albanese (ricercatrice all’ Osservatorio astronomico di Arcetri), collabora ad attività di diffusione della cultura astronomica rivolte a bambini e ragazzi attraverso il teatro delle ombre. Periodicamente ha gestito e gestisce tuttora corsi di aggiornamento sulle utilizzazioni non spettacolari del teatro d’animazione. E’ stato invitato in Italia e all'estero per tenere conferenze, seminari ed interventi. (Francia, Svezia, Germania, Svizzera, Danimarca, Spagna, Stati Uniti, Belgio, Corea, Burkina). Lungo tutto questo percorso traversale, si è impegnato, senza nessuna tentazione di sincretismo, a cogliere alcuni processi mentali costanti nella costruzione e nell'animazione dei burattini, marionette, maschere e ombre, in modo da poi riproporre con sempre maggiore consapevolezza questi particolari linguaggi espressivi in contesti non-teatrali. E’ autore di numerose pubblicazioni tradotte in varie lingue.


IL TEATRO DI ANIMAZIONE. Le rappresentazioni di burattini, marionette, pupi, le sagome del teatro d’ombre, ed ogni altro oggetto animato a vista o meno da un animatore, costituiscono quello che viene definito il “teatro di animazione”. Teatro, perché burattinai, marionettisti, pupari, ombristi e altri animatori di oggetti, sono al pari di tutti gli altri teatranti, degli artisti dello spettacolo che rappresentano su una scena di fronte a un pubblico. Di animazione perché in questa forma di teatro, un attore, generalmente nascosto (ma non sempre), infonde vita a degli oggetti rendendoli attori protagonisti. La definizione risulta comunque vaga poiché, non soltanto un burattino o una marionetta, ma anche qualsiasi altra cosa può essere animata dietro un telo, o anche a vista. Difatti, è poi quello che avviene e si sono visti spettacoli in cui sulla scena interagivano oggetti comuni, elementi della natura, forme astratte, oppure le sole mani nude.“Ogni oggetto sembra possedere in sé questa facoltà di diventare marionetta…”. E’ dunque il contesto, in quanto evento teatrale, in cui l’oggetto viene manipolato, e non la sua natura, a definire il teatro d’animazione.



Anche i confini di questo teatro possono essere imprecisi e malfermi, come avviene per esempio, quando si avvicina troppo al teatro di attori (dove per esempio può avvenire che sulla scena siano presenti dei pupazzi, pur restando l’attenzione focalizzata su gli attori umani che li manovrano) o, al contrario, quando per una ricerca e un accumulo di sempre più numerosi effetti spettacolari, si sconfina nell’esibizione di automi meccanici (ai quali i progressi dell’elettronica potrebbero ora assicurare possibilità infinite). Da una parte la bambola, dall’altra l’automa. Questi sconfinamenti o contaminazioni, non rientrano nel nostro ambito (non certo per un giudizio di valore) che è quello, appunto, del teatro di animazione poiché, per un verso o per un altro, in questi casi non si anima, si “perde la mano”; la mano che infonde la vita, l’”anima”. Senza perderci ulteriormente in simili considerazioni un poco astratte, e unicamente per convenzione, considereremo dunque di “animazione” un teatro di cui tutte le sue fasi siano basate sulla mediazione e la valorizzazione della mano che trasmette vita a degli oggetti inerti.

Come vedremo, trattare di burattini, in qualsiasi ambito, teatrale o meno, significa inevitabilmente confrontarsi con tenaci pregiudizi. Tratteggiare una loro immagine meno riduttiva di quella che ereditiamo dalla cultura comune, è invece la premessa indispensabile per ogni utilizzazione consapevole e produttiva. Tuttavia trattare di burattini “non teatrali” ci sembra un problema complesso. Le difficoltà che incontriamo per delimitare il nostro tema non sono dovute soltanto alla grande varietà di usi e paradigmi possibili o immaginabili, in una molteplicità di contesti, ma risiedono invece in qualcosa di più profondo, di ordine culturale. Considerare i burattini come un passatempo infantile è un pregiudizio relativamente recente ma saldamente radicato. Abbandonato da tempo dal pubblico adulto, il burattinaio si è rivolto sempre più verso quello infantile ed è stato dunque costretto ad adattare il suo spettacolo all’infanzia, o meglio, e purtroppo, all’immagine misera che la cultura corrente ha avuto dei bambini.


Sappiamo che le cose non sono più proprio così ma gli sforzi di valide e coraggiose compagnie per dare dignità al teatro di animazione (che sia per bambini o per adulti, oppure per tutti), preservando e vivificando nobili tradizioni popolari, oppure sperimentando nuovi arditi linguaggi formali, non hanno purtroppo scalfito di molto la percezione comune.



Didascalia dell’immagine : Mariano Dolci con marionetta (Foto Franco Deriu)