martedì 30 novembre 2010

Fano, Festa del Mare d'Inverno 2010


3 e 4 dicembre 2010 Fano - Mercato ittico all'ingrosso

Il caso Lisippo (l'Atleta di Fano) e le vicende giudiziarie collegate tengono la città di Fano con il fiato sospeso.

L'argomento verrà trattato, seppur marginalmente, nei risvolti giudiziari, anche durante l'incontro dal titolo "I Tesori del Mare" programmato per venerdì 3 dicembre presso il Mercato Ittico all'ingrosso di Fano- Viale Adriatico, 50 - a partire dalle ore 16,30. La tavola rotonda sarà animata da illustri relatori che interverranno sul tema, per illustrare la molteplicità delle risorse che offre il mare Adriatico, inteso sia come luogo di prelievo della risorsa ittica che come giacimento di tesori culturali, nascosti nelle sue profondità. All'incontro sono stati invitati a partecipare il Prof. Alberto Berardi, il Prof. Corrado Piccinetti, la Dott.ssa Lucia De Nicolò ,il dott. Alberto Pancrazi, il Dott. Luigi Del Bianco e il Dott. Valerio Vergari. Durante l’appuntamento verranno proiettati video di repertorio gentilmente concessi dalla sede regionale Rai – Teche Rai e immagini gentilmente concesse dalla Sprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche. Questa iniziativa rientra nel fitto programma allestito in relazione all'intervento del Comune di Fano -”Occhio all'Occhio” all'interno del progetto regionale - Porti Aperti 2010 - a cui si é aderito per promuovere i luoghi della pesca ed il prodotto ittico locale.

Alla fine dell'incontro verrano estratte le cartoline vincenti dei buoni acquisto di pesce fresco tra tutti che avranno raccolto e “collezionato” le 10 cartoline distribuite in questi mesi con il logo di occhio all'occhio. Al termine sarà offerto a tutti i presenti un assaggio di molluschi offerto dalla Cooperativa Piccola Pesca”R.Ambrosini di Fano.

Tutte le informazioni sul profilo Facebook - Occhio all'occhio costantemente aggiornato e ricco di contributi e videoricette. http://www.facebook.com/#!/profile.php?id=100001455318204

Ancona, il white.fish.tank apre le porte ai più piccoli


white.fish.tank: concept di sperimentazione
I BAMBINI INCONTRANO L'ARTE
sabato 4 dicembre dalle 16.00 alle 17.30

Sabato 4 dicembre il concept di sperimentazione white.fish.tank aprirà le porte ai più piccoli proponendo, dalle 16.00 alle 17.30, un percorso didattico alla mostra dell'artista Petra Feriancova e laboratorio creativo. Al termine, per coloro che vorranno trattenersi, è prevista una breve visita guidata dell'esposizione condotta dagli stessi bambini per i propri accompagnatori.

Il progetto di promozione dell'educazione all'arte contemporanea è stato inaugurato dall'associazione lo scorso 20 novembre e prevede, in convergenza con il programma espositivo, una serie di incontri e laboratori didattici rivolti a bambini e ragazzi. Voluto da Ljudmilla Socci, white.fish.tank si è costituito come luogo di sperimentazione in cui giovani artisti e pubblico si confrontano sull'evoluzione dell'arte. Con questo intento l'associazione si rivolge quindi anche ai più piccoli con l'obiettivo di incoraggiare la loro naturale ed istintiva inclinazione verso i linguaggi del contemporaneo.

Con la rassegna operaprima, di cui Tales and Poems costituisce il terzo appuntamento, white.fish.tank apre un'interessante dialogo tra la città dorica, le Marche e giovani artisti internazionali, emergenti e affermati, diventando uno stimolante luogo di ricerca e un punto di riferimento per l’arte contemporanea nel Centro Italia. Dopo operaprima: Petra Feriancova, in chiusura il 24 dicembre, la rassegna riprenderà a febbraio con la personale di Patrizio Di Massimo (Jesi, 1983).

Ricordiamo inoltre che il white.fish.shop, recentemente inaugurato presso la sede dell'associazione, propone imperdibili offerte e promozioni su una simpatica linea prodotti e idee regalo firmati white.fish.tank.

I bambini incontrano l'arte
sabato 4 dicembre ore 16.00-17.30
I posti sono limitati ad un massimo di 8 partecipanti di età compresa tra i 4 e i 10 anni.
È necessaria la prenotazione.
Il costo è di € 5.00 a partecipante (per i soci white.fish.tank è previsto uno sconto del 20%).
Per info e prenotazioni 345 317 9213.

Operaprima: Petra Feriancova, Tales and Poems
fino al 24 dicembre
giovedì e venerdì con orario 17.00-19.30
sabato con orario 11.00-13.00 e 17.00-19.30
domenica 5|12|19 dicembre con orario 17.00-19.30
Ingresso gratuito

white.fish.tank | Via Luigi Albertini 9 | Zona Baraccola Sud | 60131 Ancona
39 345 317 9213 | www.whitefishtank.com | info@whitefishtank.com

Corinaldo, grande stagione al teatro Goldoni


Da 'Lillo e Greg' a Veronica Pivetti, sta per partire la stagione del Goldoni:

Prosa e musica, professionisti e dilettanti.
Una stagione teatrale per tutti i gusti quella che sta per iniziare a Corinaldo. Sul palco del "Goldoni" si alterneranno spettacoli di prosa ma anche musicali, teatro per ragazzi e attori debuttanti.



"Nonostante le difficoltà economiche nel settore cultura, anche per quest'anno Corinaldo avrà una stagione di ottimo livello -ha sottolineato Fernando De Iasi, assessore alla cultura-. Un grazie vanno agli sponsor privati, persone che amano il paese e che sostengono l'attività del teatro."

Si parte il 12 dicembre con la "Compagna Italiana di Operette" che porterà sul palco corinaldese "La Bajadera", il 18 sarà il turno del "Teatro Sovversivo" con "Inside" e il 22 sarà la volta del Maestro Sandro Zampetti con un concerto per flauto.

"Abbiamo messo a punto una stagione che soddisfa tutti i generi e i gusti teatrali -ha continuato De Iasi-. Come gli altri anni, abbiamo elaborato quattro percorsi: uno professionistico, uno di teatro amatoria, uno di teatro per ragazzi ed uno percorso musicale. Un plauso va all'impegno di Amat e Teatro Time."

Diversi i protagonisti della stagione del Goldoni. Il 15 gennaio Lillo e Greg si esibiranno in Sketch & Soda, con Virginia Raffaele e Chiara Sani, il 30 gennaio Sebastiano Somma porterà in scena un 'opera di Leonardo Sciasca, "Il giorno della Civetta" mentre Isa Danieli e Veronica Pivetti saliranno sul palcoscenico con "Sorelle d'Italia", opera in prosa dedicata all'unità d'Italia.

"Il pubblico ha subito risposto molto bene al calendario proposto -ha spiegato l'assessore-. Gli abbonamenti sono stati tutti rinnovati mentre in molti chiedono informazioni sui biglietti. Quale spettacolo è davvero imperdibile? Tutti."


Fra gli spettacoli musicali spicca un tributo a Mia Martini il 18 febbraio ed un concerto dedicato a Beethoven il 28 gennaio. Ricca anche la stagione di Teatro per ragazzi: si parte il 9 gennaio con "Jack e il fagiolo magico" fino al 29 aprile con "La cicala e la formica". Infine per il teatro amatoriale, l'appuntamento è per il 12 marzo con "Singles" l'ultima fatica del regista Vittorio Saccinto.

“Tutti sulla stessa barca”: disoccupati, immigrati e disabili diventano attori per sensibilizzare


Un evento in tre giornate promosso dalla Provincia contro l’esclusione sociale. Il 6 dicembre spettacolo teatrale di David “Zanza” Anzalone, artista affetto da tetraparesi spastica. Ingresso gratuito


PESARO – “Targato H” è il titolo di uno spettacolo teatrale, ad ingresso gratuito, che l’artista David “Zanza”Anzalone, affetto da teatraparesi spastica, terrà lunedì 6 dicembre, alle ore 21, al Cinema Teatro Astra di Pesaro. Lo spettacolo rientra in un progetto – evento, dal titolo “Tutti sulla stessa barca: fusi, reclusi, esclusi, delusi… insieme per l’inclusione sociale”, promosso da tre assessorati della Provincia (“Politiche per il lavoro e formazione”; “Politiche sociali e pari opportunità”; “Pubblica istruzione ed integrazione interculturale”), in occasione dell’Anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale. Obiettivo del progetto è quello di riconoscere, attraverso iniziative legate al lavoro e alla formazione, il diritto a condurre una vita dignitosa e a svolgere un ruolo attivo, sostenendo le organizzazioni che ogni giorno sul nostro territorio aiutano quanti vivono ai margini della società.
“Tutti sulla stessa barca” si articolerà in tre incontri e momenti di spettacolo che vedranno come protagonisti soggetti in condizione di povertà o a rischio di esclusione sociale (immigrati, disabili, persone che soffrono di disagio mentale, detenuti, ma anche lavoratori precari e disoccupati), che hanno trasformato la loro difficile situazione in progetti di lavoro o formativi, proponendosi come attori, musicisti, artisti in genere.
Oltre all’appuntamento del 6 dicembre alle 21 con il divertente spettacolo teatrale di “Zanza” a Pesaro, rivolto a tutta la cittadinanza, sono in programma altri due momenti dedicati prevalentemente alle scuole superiori, alle associazioni e alle cooperative sociali: venerdì 3 dicembre al Teatro Sanzio diUrbino e martedì 7 dicembre al Cinema Teatro Astra di Pesaro, entrambi a partire dalle ore 9.30. Sono previsti l’intervento del missionario comboniano Padre Ottavio Raimondo, la proiezione di video spot “Il lavoro per l’inclusione: una finestra sulle esperienze locali”, l’esposizione di prodotti e manufatti artigianali realizzati dagli utenti delle cooperative e associazioni locali anche con l’aiuto del Fondo Sociale Europeo, nonché momenti di spettacolo: ad Urbino sempre con “Zanza”, mentre a Pesaro si susseguiranno il laboratorio “La comunicazione teatrale” con la compagnia “Lo Spacco” della casa circondariale di Villa Fastigi (a cura di Teatro Aenigma), la performance teatrale “Potpourri” del gruppo “Il Porto – teatro galleggiante” del Ceis di Pesaro ed esibizioni di musiche e danze etniche. Info: tel. 0721.3592967 oppure www.formazionelavoro.provincia.ps.it

lunedì 29 novembre 2010

Urbino, in scena “I promessi sposi alla prova” di Giovanni Testori


Martedì 30 novembre il Teatro Sanzio di Urbino ospita "I promessi sposi alla prova" di Giovanni Testori con Sandro Lombardi, Iaia Forte, Marion D’Amburgo e Massimo Verdastro, secondo appuntamento della stagione Urbinoinscena promossa dagli Assessorati alla Cultura e al Turismo del Comune di Urbino e dall’AMAT, con il contributo della Regione Marche e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali



Ne I promessi sposi alla prova – allestimento diretto da un Maestro della regia come Federico Tiezzi e prodotto dalla Compagnia Sandro Lombardi, dal Teatro Metastasio – Stabile della Toscana e dal Teatro Stabile di Torino – Don Abbondio, Renzo, Lucia, Fra Cristoforo, l’Innominato e Don Rodrigo tornano in teatro attraverso il corpo e la voce dei protagonisti della “prova” in un mescolamento di azioni e di ruoli di grande vivacità teatrale.

Su un palcoscenico di fortuna, è da supporre in qualche quartiere non proprio "bene" di Milano, un Maestro, capocomico all’antica, si affanna a far interpretare ad un gruppo di attori comicamente scalcagnati nientemeno che il capolavoro di Manzoni.
Così iniziano I promessi sposi alla prova, testo con cui nel 1984 Giovanni Testori, dopo le riscritture da Shakespeare e da Sofocle, approda a questo suo inevitabile traguardo. Interesse principale dell'autore è quello di fare del romanzo uno "specchio" in cui riflettere i suoi "anni tribolatissimi" che, a ben vedere, sono anche i nostri. Quante pesti ci affliggono! Quella del degrado dell'ambiente, dell'indurimento dei cuori, dell'omologazione delle coscienze, dell’allontanamento graduale dalla realtà, dell'incapacità di vedere la trasformabilità della società.

Soprattutto la peste della chiusura alla diversità, alla comunicazione, al mondo. Ed è al desiderio di aprire gli occhi sulla realtà (e con lo strumento dell’umorismo manzoniano) che gli interventi testoriani si appigliano per dissezionare i nuclei narrativi originari e ricomporli in parabole insieme sceniche e morali. I promessi sposi di Testori sono "alla prova". In queste due parole sta non solo l'indicazione che il romanzo verrà spinto nel territorio del teatro; ma tutta l'immensa portata dell'intera opera, e forse dell'intera vita, di Testori: la verifica dei propri amori, delle proprie passioni umane e culturali. Su queste premesse si basa il lavoro di Tiezzi: non una spiegazione del romanzo ma, come desiderava Testori, una "lezione e un monito" perché I Promessi Sposi sono "il romanzo della storia, e il popolo incarna questa storia nella libertà più assoluta". In una struttura pirandelliana simile a quella dei Sei personaggi in cerca d'autore, su di un palcoscenico nudo, si svolge la prova di una "commedia da fare" dove ai temi di riflessione sul teatro e sui suoi modi comunicativi, si mescolano i grandi motivi manzoniani della pietà, della grazia, del male e della morte, della Provvidenza e della salvezza. Con questo spettacolo Tiezzi affronta insieme Testori e Manzoni, al fine di dire anche una parola non retorica ma che parta dal basso, dagli umili, dai diseredati, da coloro che identificano la vita con il rispetto del prossimo, del mondo e della storia – una parola relativa al centocinquantesimo anniversario dell‘Unità d'Italia, quella unità che Manzoni contribuì a creare dal punto di vista linguistico-letterario, innestando la tradizione lombarda in quella toscana. Unità della lingua come unità di una nazione: la cultura non è qualcosa di separato dalla storia ma addirittura la determina.

Gli altri attori che completano il cast dello spettacolo sono Francesco Colella, Debora Zuin, Caterina Simonelli e Alessandro Schiavo. La drammaturgia è di Sandro Lombardi e Federico Tiezzi, le scene sono di Pier Paolo Bisleri, i costumi di Giovanna Buzzi e le luci di Gianni Pollini.

Inizio spettacolo ore 21.00. Per informazioni e biglietti (da 10 a 20 euro): botteghino del Teatro 0722 2281, AMAT 071 2072439, www.amat.marche.it.

Ancona, proiezione speciale del film di Mario Martone “Noi credevamo”


Proiezione speciale per studenti, ma aperta al pubblico, lunedì alle ore 19:00 al Cinema MR OZ di Ancona, del film di Mario Martone “Noi credevamo” presentato all'ultima Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia ed accolto da diffuso consenso. Al termine del film sarà proposto un breve dibattito


In occasione del 150° dell'unità d'Italia verrà proposta la pellicola di Mario Martone
NOI CREDEVAMO, presentata in concorso all'ultima Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia ed accolta da diffuso consenso. Al termine del film sarà proposto un breve dibattito.

Grazie ad un accordo tra SENTIERI DI CINEMA e cinema Mr. Oz, il prezzo del biglietto sarà di €. 4,00 per tutti.

L'iniziativa, proposta nell'ambito dei PROGETTI CINEMA dei Licei "G. Galilei" e "C. Rinaldini" di Ancona, è aperta al pubblico.

Una collaborazione con Assessorato alla Pubblica Istruzione e Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona

Pesaro, un incontro ai Musei Civici dedicato a Giannandrea Lazzarini


Martedì 30 novembre alle 17.30, la sala del ‘900 dei Musei Civici accoglie una conversazione di Grazia Calegari dedicata a Giannandrea Lazzarini di cui ricorrono 300 anni dalla sua nascita. Durante la conversazione, verrà esposto al pubblico un dipinto di Lazzarini - Riposo durante la fuga in Egitto - finora custodito nei depositi museali e proveniente dalla collezione Mazza



Accanto ad Annibale degli Abbati Olivieri e a Giambattista Passeri, questo eclettico personaggio - sacerdote, pittore, architetto, teorico, poeta, ceramologo e insegnante di belle arti - ha lasciato un segno importante nella cultura del suo secolo e ha consegnato alla città molte opere ancora presenti e preziose.



Scegliendo alcuni tratti della sua attività lunghissima e instancabile, sarà tracciato un profilo sintetico del Lazzarini anche attraverso la proiezione di immagini poco note al pubblico.



Con questo appuntamento i Musei Civici dell’Assessorato alla Cultura del Comune intendono rendere omaggio alla figura di un ‘pesarese’ davvero importante e contribuire alla conoscenza del ricco patrimonio culturale cittadino.



Durante la conversazione, verrà esposto al pubblico un dipinto di Lazzarini - Riposo durante la fuga in Egitto - finora custodito nei depositi museali e proveniente dalla collezione Mazza.


L’ingresso all’incontro è gratuito.



info 0721 387541-474, www.museicivicipesaro.it

Ancona, laboratorio "Mani in pasta" al Museo Omero



In occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità prevista il 3 dicembre, è stato organizzato al Museo Statale Omero il laboratorio "Mani in pasta" dedicato a bambini e famiglie. L'attività è condotta dai Volontari del Servizio Civile Nazionale e dagli operatori del Museo


I laboratori al Museo Omero consentono di vivere un'esperienza didattica straordinaria in un luogo unico.

Le attività sono pensate per arricchire il percorso educativo in maniera ludica, innovativa e coinvolgente, senza trascurare temi e argomenti di fondamentale importanza.



L'attività è condotta dai Volontari del Servizio Civile Nazionale - Valentina Giovagnetti, Claudia Latini - e dagli operatori del Museo Omero.

Informazioni:

Costo: 6,00 euro a persona.
Durata: 90 minuti circa.
Gratuito: non vedenti, ipovedenti, diversamente abili e loro accompagnatori, bambini da 0 a 4 anni.

Prenotazione: obbligatoria. La prenotazione va effettuata negli orari di apertura del Museo: martedì - sabato 9 - 13 e 15 - 19; domenica 16 - 19,30. Il laboratorio si effettua con un minimo di 6 prenotazioni.
Dove: Museo Tattile Statale Omero, Via Tiziano 50, Ancona.
Telefono: 071 28 11 935.
Email: info@museoomero.it - didattica@museoomero.it.

sabato 27 novembre 2010

Fano, ultimo appuntamento con Sapori e Aromi d'Autunno


Fano, 27 novembre 2010 – Il formaggio stagionato nel grano, la crescia brusca al tartufo, il miglior salame italiano. Il gusto della tradizione incontra l’inventiva dei produttori a “Sapori e Aromi d’Autunno”, nel secondo appuntamento in programma domani, domenica 28 novembre.
Dalle 9 alle 19 il Salotto del Gusto, allestito al Codma di Rosciano, è pronto ad accogliere gli appassionati di enogastronomia che potranno degustare il meglio della produzione agricola marchigiana, accuratamente selezionata dagli organizzatori.

Il vero protagonista della giornata conclusiva della mostra fiera sarà l’olio extravergine di oliva, prodotto autunnale per eccellenza, che festeggia quest’anno il suo 50° compleanno, celebrato in un evento unico nel panorama nazionale.
Il “Gran Galà dell’Olio” le giornate dell’olio italiano - 8^ edizione, a cura delle associazioni O.L.E.A. e Viandanti dei Sapori, avrà il suo momento clou proprio domani con le premiazioni dei migliori oli marchigiani, selezionati nel corso della settimana da esperti assaggiatori nell’ambito dell’11° concorso regionale “L’Oro delle Marche”. Agli oli più meritevoli saranno assegnate le Gocce d’oro, destinate a fregiare gli oli di qualità eccelsa, elevata o buona, in numero da cinque a tre. L’appuntamento è nell’aula magna di Fano Ateneo, al Codma di Rosciano, alle 11.30.

Sempre domani, alle 10.15, spazio a uno degli appuntamenti più interessanti di Sapori e Aromi d’Autunno: la presentazione del libro “Olea, l’olivo e l’olio”. Un volume curato dal presidente di O.L.E.A. Ettore Franca, e completamente realizzato dall’associazione nel ventesimo anniversario della sua fondazione.
Sarà anche l’occasione per introdurre la 2^ edizione del prestigioso concorso nazionale oli extravergini di oliva “L’Oro d’Italia 2011”, le cui premiazioni finali quest’anno si svolgeranno nelle Marche. Dai migliori oli dello stivale sarà selezionata una speciale miscela in grado di rappresentare l’eccellenza della produzione di olio extravergine di oliva made in Italy. “L’Olio dell’Unità d’Italia”, partirà da Fano per approdare nei luoghi che hanno avuto un ruolo determinante nel processo dell’Italia unita.



L’originale iniziativa rientra nei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che cade nel 2011, e farà tappa, attraverso un tour, nelle città simbolo del’impresa garibaldina.
Un evento prestigioso per cui è già stato richiesto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica e del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, e che mira a coinvolgere anche gli enti territoriali e regionali.

Sapori e Aromi d’Autunno è anche cucina tipica con il meglio delle specialità al tartufo, dei piatti della valle del Metauro e della tradizione fanese, sapientemente preparati dai volontari della Società Olympia Cuccurano, che potrà essere assaporata nella tenda ristorante riscaldata.
Ad animare la giornata saranno anche momenti di intrattenimento musicale e di animazione, folclore ed esibizioni itineranti, come il ritorno del Bandino dei Brutti di Piobbico, mercatini artigianali e mostre fotografiche.

La manifestazione è organizzata dalla Società Olympia Cuccurano con la collaborazione delle Associazioni O.L.E.A., Viandanti dei Sapori e I Borghi del Gusto che ne promuovono e ne curano i principali eventi culturali e gastronomici. L’evento gode del patrocinio e del contributo del Comune di Fano, della Regione Marche, dell’Assemblea Legislativa Marche, delle Province di Pesaro Urbino e di Ancona, della Camera di Commercio, delle associazioni agricole, dei singoli produttori e di altri enti e associazioni del territorio. L’ingresso è libero.

venerdì 26 novembre 2010

San Ginesio, ricca stagione teatrale-musicale


Teatro G. Leopardi di San Ginesio (MC)

Stagione 2010/2011

La nostra maggiore ambizione per quanto riguarda il Teatro G. Leopardi, è che le istituzioni, gli enti, le associazioni culturali e quanti più cittadini possibile, lo sentano come uno spazio proprio, da amare e frequentare.

Anche per la Stagione Teatrale 2010/2011, abbiamo previsto che possa funzionare come un vero TeatrOspitale, con la possibilità agli spettatori di poter gustare prodotti tipici delle aziende ginesine presso il foyer del teatro prima di taluni spettacoli, ad una cifra poco più che simbolica anche per favorire chi viene da fuori, con l’opportunità di effettuare visite guidate per i siti d’interesse del borgo medievale, che ricordiamo è insignito dei prestigiosi marchi di eccellenza turistica di “ Bandiera Arancione” e di uno dei “Borghi più belli d’Italia”.



Per corrispondere alla maggior parte dei gusti, con la “Commissione Teatro” abbiamo cercato di offrire una programmazione varia e fruibile, sia di prosa (5 spettacoli) che in vernacolo (4 rappresentazioni dialettali organizzate dall’Ass. Tradizione Sanginesine), nonché di musica (10 concerti).



Riguardo all’intensa attività musicale, segnaliamo i concerti di due pietre miliari della musica alternativa italiana, che presenteranno i loro “vecchi e nuovi lavori”:

- 19.02.2011: Massimo ZAMBONI , fondatore, chitarrista e compositore dei CCCP e dei successivi CSI –Consorzio Suonatori Indipendenti con Azzurro sussurrato ;

- 12.03.2011: Andrea CHIMENTI – ex Moda con Tempesta di fiori (il 26 novembre al Teatro Masini di Faenza, nell’ambito del M.E.I., Meeting delle Etichette Indipendenti, CHIMENTI verrà premiato per i trent'anni di carriera) .



Spettacoli di prosa:



- Compagnia Ephedra di Mogliano con il musical San Francesco d’Assisi (11.12.2010);

- Compagnia Il Carroccio di Jesi con la commedia brillante Don Cosciotto de la Marka; (06.03.2011);

- Ruvido Teatro di Matelica, con Il giardino dei ciliegi di Cechov (26.03.2011);

- Compagnia Luna Nova con Filumena Marturano di Eduardo De Filippo (09.04.2011);

- Compagnia Culturale San Ginesio , con Un cadavere troppo ingombrante (14.05.2011).



Musica e concerti:



- Massimo ZAMBONI (ex CCCP e CSI), con Azzurro sussurrato (19.02.2011);

- Andrea CHIMENTI (ex MODA), con Tempesta di Fiori (12.03.2011);

- Nuova Orchestra Regionale delle Marche -Corale Bonagiunta - con l’opera Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini (25.04.2011);

- Corale Bonagiunta (29.12.2010) e Corpo Bandistico Città di San Ginesio (16.01.2011);

- King’s Head - tributo ai Queen (22.01.2011),

- Love Town - tributo a Genesis e Peter Gabriel (07.05.2011);

- Vili Maschi – tributo a Rino Gaetano (26.01.2011);

- Freddy Giorgi, con concerto per mani e piedi e testa e cuore (04.12.2010);

- Fabio Capponi, con il sorriso di Charlie, concerto di piano solo e non solo (17.04.2011).



Spettacoli dialettali:



- Gruppo dialettale Leonina di Ripe San Ginesio (Li mafiusi) il 27.11.2010,

- Teatro Liolà di Cingoli (Meglio curnutu che mortu stecchitu) il 17.12.2010,

- Teatroclub A.Gubinelli di San Severino Marche (Patre pe’ procura) il 08.01.2011,

- Compagnia gli Amici del Teatro di Loro Piceno (La corriera delle sette) il 05.02.2011.



Per farvi conoscere la Stagione in ogni dettaglio, vi invitiamo a visitare il sito www.sanginesio.sinp.net.



Vi aspettiamo al Teatro Giacomo Leopardi di San Ginesio, come sempre … TeatrOspitale.


L’assessore al turismo (Simone Tardella)

Il Sindaco (Mario Scagnetti)

Frontone, mercatini di Natale e Monte Catria: binomio vincente



L’attesa è finita, domenica 28 novembre alle ore 11 si alzerà il sipario sull’evento “Nel Castello di Babbo Natale”, primo appuntamento del Natale frontonese.
La nona edizione del mercatino di Natale nella calda e magica atmosfera del castello è organizzata come sempre dalla Pro Loco.
Tanti gli espositori altamente qualificati che prenderanno parte all’evento mettendo in mostra, nelle molteplici stanze riscaldate del Castello, prodotti di altissima qualità sia artigianali che enogastronomici.
Molte e per tutti i gusti le attrazioni che allieteranno la giornata: laboratori di creatività, Babbi Natale per i bambini, spettacoli, ma anche musica, scene del presepe e per riscaldarsi… vin brulè e castagne.
Gli organizzatori stanno allestendo con la massima cura il suggestivo borgo dove sono attese migliaia di persone. Lo scorso anno l’evento ha fatto registrare oltre 10.000 visitatori, provenienti sia da un po’ tutte le parti della Regione che dal resto d’Italia.
I visitatori potranno usufruire del comodo servizio di bus navetta (andata e ritorno ogni 10-15 minuti) appositamente istituito da piazza del Municipio, area dotata di ampi parcheggi, che garantisce una continua affluenza anche in caso di avversità atmosferica.
Per permettere anche a persone disabili di accedere alle stanze del castello, si può utilizzare l’ascensore (su segnalazione dell'accompagnatore), raggiungibile direttamente con i propri mezzi di trasporto.
Per maggiori informazioni: www.comune.frontone.pu.it, turismofrontone@gmail.com, 339.8429426 Eleonora (ore pasti e serali).
La nona edizione si terrà il 28 novembre, 5, 8 e 12 dicembre.
L’8 dicembre è poi prevista l’apertura della stazione sciistica del Monte Catria. Tante le novità: un campo scuola con due nuovissimi tapis roulant ed altrettante piste oltre ad un’area dedicata ai più piccoli per giocare con il bob, piste da sci di varie difficoltà, un attrezzato snow park per gli amanti della tavola ed un anello per lo sci di fondo. Inoltre il Rifugio Cupa delle Cotaline vi aspetta con succulenti piatti tipici della cucina marchigiana. Durante i week end tante manifestazioni organizzate dalla locale associazione sportiva che coinvolgeranno grandi e piccini.
La stazione è aperta tutti i giorni, per maggiori info visita i siti www.montecatria.com e www.asmontecatria.com oppure contattaci al 329.8624554.

Senigallia, Stomp in esclusiva regionale


"Pura magia da palcoscenico, ballerete sulle vostre poltrone!"
(Sunday Telegraph)

SENIGALLIA > TEATRO LA FENICE
ESCLUSIVA REGIONALE

venerdì 26 novembre _ h 21
sabato 27 novembre _ h 21
domenica 28 novembre _ h 17


Stomp Productions / Glynis Hendersen Productions
in collaborazione con Terry Chegia

STOMP
PURO RITMO URBANO

Con la sua combinazione unica di teatro, danza e musica, questa produzione pluripremiata continua a richiamare pubblico in tutto il mondo. Senza trama, personaggi né parole, STOMP mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia intensa e ritmica i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea. Con strofinii, battiti e percussioni di ogni tipo, i formidabili ballerini-percussionisti - attori- acrobati di STOMP danno voce ai più “volgari”, banali e comuni oggetti della vita quotidiana: bidoni della spazzatura, pneumatici, lavandini, scope, spazzoloni, riciclandoli ad uso della scelta, in un “delirio” artistico di ironia travolgente.

Per saperne di più clicca http://www.stomponline.com/interact.php

Info
335 1776042
www.fenicesenigallia.it
www.amatmarche.net

BIGLIETTI
I SETTORE Intero € 25 | ridotto € 20
II SETTORE Intero € 20 | ridotto €15
III SETTORE Prezzo unico €15
UNDER 19 > speciale riduzione € 10


BIGLIETTERIE
Teatro La Fenice _ 071 7930842 (da giovedì a sabato dalle 17 alle 20; domenica dalle 14)
Amat _ 071 2072439 (tutti i giorni dalle 10 alle 16)
Amat Pesaro, biglietterie dei Teatri in Rete _ 0721 638882 (da martedì a venerdì dalle 10.30 alle 12.30; mercoledì e venerdì dalle 16 alle 18) “A Teatro dove vuoi comodamente!”

Nei Teatri delle Marche dal 29 novembre al 5 dicembre


NEI TEATRI DELLE MARCHE DAL 29 NOVEMBRE AL 5 DICEMBRE 2010
URBINO | martedì 30 novembre 2010
Teatro Sanzio ore 21,00
IAIA FORTE E SANDRO LOMBARDI
I PROMESSI SPOSI ALLA PROVA
di Giovanni Testori
regia Federico Tiezzi

SAN SEVERINO MARCHE | giovedì 2 dicembre 2010
Teatro Feronia ore 21,00
PIERO CESANELLI
RICORDAR CANTANDO
Canzoni e canzonette
ideato e realizzato da Piero Cesanelli
con Carlo Latini

GROTTAZZOLINA | sabato 4 dicembre 2010
Teatro Novelli ore 21,00
ALBERTO FORTIS
LOVE THE CITY TOUR

JESI | domenica 5 dicembre 2010
PalaTriccoli ore 21,00
PARIDE ACACIA, NIKI NICOLAI, MARIO VENUTI, SIMONA BENCINI, MATTEO BECUCCI
JESUS CHRIST SUPERSTAR
15th Anniversary
di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice
regia Massimo Romeo Piparo

CHIARAVALLE | martedì 7 dicembre 2010
Teatro Comunale Valle ore 21,00
BEBO STORTI E FABRIZIO CONIGLIO
SUICIDI?
di Fabrizio Coniglio e Mario Almerighi
da Tre suicidi eccellenti di Mario Almerighi


INFORMAZIONI E BIGLIETTI

È attiva a Pesaro, all’Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino (via Rossini 41 tel. 0721/638882), la biglietteria AMAT - Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino. Qui è possibile acquistare i biglietti per tutti i teatri della regione e per gli eventi promossi dal circuito di VivaTicket. Il servizio è aperto dal martedì al venerdì, dalle ore 10.30 alle 12.30, e nei pomeriggi di mercoledì e venerdì dalle ore 16 alle ore 18.

AMAT Corso Mazzini 99 60121 ANCONA tel. 071/2072 439 biglietterie@amat.marche.it

BIGLIETTERIE DEL CIRCUITO AMAT/VIVATICKET

_Ancona: AMAT, corso Mazzini 99 tel. 071/2072439;
_Ascoli Piceno: biglietteria del Teatro Ventidio Basso, piazza del Popolo, 17 tel. 0736/244970;
_Civitanova Marche: biglietteria del Teatro Rossini, via Buozzi 1 tel. 0733/812936;
_Fermo: biglietteria del Teatro dell’Aquila, via Mazzini 8 tel. 0734/284295;
_Macerata: biglietteria dei Teatri di Macerata, piazza Mazzini 10 tel. 0733/230735 0733/230508;
_Pesaro: AMAT Biglietteria della Rete dei Teatri della Provincia di Pesaro e Urbino, Ufficio Informazioni Turistiche della Provincia di Pesaro Urbino, via Rossini 41 0721/638882
_Porto Recanati: Pro Loco, piazza F.lli Brancondi tel. 071/7591872;
_Porto Sant’Elpidio: Società Eventi Culturali via San Giovanni Bosco 26/A tel. 0734/902107;
_San Benedetto del Tronto: libreria La Bibliofila via Ugo Bassi 38 tel. 0735/587513

Polverigi, prova aperta al pubblico dello spettacolo Delirious New York


Venerdì 26 Novembre, alle 21, Inteatro apre le porte del Cinema Italia di Polverigi per una prova aperta al pubblico dello spettacolo Delirious New York della compagnia OHT. Il progetto, sviluppato in un mese di residenza creativa a Villa Nappi, è sostenuto da Inteatro nell’ambito del progetto Scenari Danza 2.0.


l cantiere creativo di Inteatro invita il pubblico a condividere i risultati del lavoro della compagnia Office for a Human Theatre | OHT negli spazi del Cinema Italia e di Villa Nappi, la storica sede di Inteatro, una fra le poche realtà italiane ad offrire gratuitamente spazi per studio, creazione ed espressione artistica durante tutto l’anno solare.

La compagnia porterà in scena uno studio del loro ultimo lavoro, Delirious New York, liberamente inspirato all’omonimo testo di Rem Koolhaas. In “Delirious New York. Un manifesto retroattivo per Manhattan”, Koolhaas sostiene che la griglia architettonica della città non vada analizzata studiando i palazzi che la compongono, ma indagando la psicologia, fantasiosamente delirante, di chi li ha costruiti.

E proprio la fantasia, che è alla base del delirio architettonico di New York, è il collante degli episodi urbani messi in scena da OHT.

Il pubblico sarà testimone di un patchwork teatrale di immagini concrete che irromperanno nello spazio, per un libero e personale processo d’associazione affidato alla mente e all’esperienza del singolo spettatore.

Delirious New York è sostenuto da Inteatro nell’ambito del progetto Scenari danza 2.0 realizzato, all’interno del programma Giovani ricercatori di senso con il sostegno della Regione Marche e del Ministro della Gioventù, con l’obiettivo di avviare un ricambio generazionale nelle arti sceniche contemporanee e offrire sbocchi professionali nel mondo dello spettacolo dal vivo a giovani interpreti e autori.

Office for a Human Theatre | OHT è tra i gruppi e gli artisti sostenuti nell’ambito del progetto.

La compagnia è nata nel 2008 dall'incontro di artisti con formazione eterogenea nel corso della 3° edizione di IFA InteatroFestival Academy, l’Accademia di Inteatro dedicata alle arti performative ed è stata ospite delle ultime due edizioni del festival con Bios Unlimited (InteatroFest 2009) e Fino a quando ti muovi (Legàmi, Inteatro Festival 2010).

Delirious New York | prova aperta

Drammaturgia e regia Filippo Andreatta, Ilaria Mancia | Interpreti Filippo Andreatta, Francesca Bucciero, Patric Shott, Fiora Blasi

Con il sostegno di Inteatro, nell'ambito di Scenari Danza 2.0

26 novembre ore 21

INTEATRO | Cinema Italia
POLVERIGI (An)
Ingresso gratuito | prenotazione obbligatoria

INFO E PRENOTAZIONI
Inteatro, Villa Nappi – Via Marconi 77, Polverigi (AN – I)
tel +39.071.9090007 - fax +39. 071.906326
www.inteatro.it – www.inteatrotv.com - info@inteatro.it

OHT www.officeforahumantheatre.org

San Marcello, quinta tappa del Musicultura Tour


Venerdì 26 novembre al Teatro P. Ferrari di San Marcello si svolgerà la quinta tappa del Musicultura Tour. Protagonisti della serata saranno Cordepazze, Andrea Epifani, Serena Ganci e Simona Norato, Naif Herin, tutti vincitori delle passate edizioni del festival Musicultura, e la grande cantante Paola Turci



Giorgio Montanini, attore cabarettista marchigiano, intercalerà le esibizioni con la sua satira pungente sempre pronta a coinvolgere e divertire gli spettatori in sala.

A chiudere in bellezza la serata ci sarà proprio lei, Paola Turci, un icona della canzone di qualità, che non ha mai lesinato la fatica necessaria a raggiungere una carriera sempre in salita. La cantautrice romana è entusiasta di poter portare la sua musica nei teatri storici delle Marche e per il Ferrari di San Marcello ha ideato una performance inedita.

Radio 1 Rai, la radio ufficiale di Musicultura, sarà presente con Carlotta Tedeschi, responsabile della redazione spettacolo e cultura del GR.

L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21.00.
L’ingresso è libero.

www.musicultura.it

giovedì 25 novembre 2010

Pesaro, Ornella Muti apre la stagione teatrale con "L’Ebreo"


Ornella Muti apre la stagione con “l’Ebreo”

Stagione teatrale 2010-2011/Teatro Rossini – 26, 27 e 28 novembre

Biglietti per i posti disponibili in vendita da giovedì 25 novembre

S’inaugura il 26 novembre, al teatro Rossini di Pesaro, la nuova stagione teatrale promossa dal Comune e dall’Amat. In apertura di un programma che riserva quest’anno al pubblico belle sorprese, viene presentato L’EBREO di Gianni Clementi diretto dal regista Enrico Maria La Manna e interpretato da un’insolita ORNELLA MUTI al suo debutto teatrale: l’icona italiana del cinema ha scelto infatti lo scorso anno di misurarsi con la scena teatrale e con il testo intrigante (tanto impegnato quanto divertente) di un drammaturgo d’oggi, vestendo, come afferma tutta la critica in maniera ineccepibile, i panni di un personaggio fuori dalle righe, terribile e comico al tempo stesso. L’attrice riesce infatti a trasformarsi con grande naturalezza, all’interno di una storia greve che usa il meccanismo della comicità per parlare di “coscienza collettiva”, in una dark lady impazzita tanto brava quanto efficacissima.



La scena è quella di una casa borghese del ghetto di Roma che nel 1956 ostenta il lusso di una coppia di nuovi ricchi che si sono visti intestare tutti i beni che un ebreo ha affidato loro, in fiducia, dopo le leggi razziali del 1938. Una coppia (in particolare lei, la moglie, vera protagonista della commedia) che vive costantemente nella paura di perdere la sua ricchezza immeritata e che rimuove negli anni la sua cattiva coscienza fino a degenerare in un terrore crescente e in pura follia, quando si sente attanagliata dal dubbio che l’ebreo sia tornato, dopo anni, nella propria città. In un crescendo inarrestabile anche di comicità, la commedia viaggia su ritmi di suspense psicologica e si trasforma in commedia noir con colpi di scena inaspettati.



Il testo di Clementi, con il suo intreccio, i suoi dialoghi, le sue scelte stilistiche (l’autore per sottolineare la natura “rifatta” dei protagonisti sceglie come linguaggio il parlato romanesco) riporta alla memoria i terribili eventi storici che tutti conosciamo ed è metafora contemporanea della coscienza e dei suoi fantasmi; tutto sapientemente trattato in chiave surreale e grottesca.



L’EBREO che ha già riscosso grande successo nei più grandi teatri italiani giunge a Pesaro nella sua nuova tournée che vede come efficaci protagonisti maschili accanto alla bravissima Ornella Muti, gli attori Duccio Camerini e Mimmo Mancini. Curatori dei sontuosi costumi e delle belle luci sono Teresa Acone e Stefano Pirandello; le musiche sono di Pivio & Aldo De Scalzi, mentre i suoni che sottolineano i momenti clou dello spettacolo sono di Hubert WestKemper.



Info: primo spettacolo in abbonamento: venerdì 26 (Turo A) sabato 27 (Turno B) – ore 21, domenica 28 (Turno C) ore 17. I biglietti per i posti disponibili saranno messi in vendita alla biglietteria del teatro (tel. 0721 387621) da giovedì 25 novembre, con orario 9.30-12.30 / 16.30-19.30.







Comune di Pesaro/Amat

Stagione Teatrale 2010/2011

TEATRO ROSSINI



26, 27 novembre - ore 21

28 novembre - ore 17



V.A.M Produzioni & Elledi ’91 s.r.l.

ORNELLA MUTI in

L’EBREO

di Gianni Clementi



con Duccio Camerini, Mimmo Mancini



costumi Teresa Acone

luci Stefano Pirandello

musiche Pivio & Aldo De Scalzi

suono Hubert Westkemper



regia Enrico Maria Lamanna

Al Museo del Balì, "Spizzichi di Scienza"


Domenica 28 novembre uno spettacolo scientifico per curiosare tra gli oggetti di uso quotidiano.


Al Museo del Balì di Saltara (PU) domenica 28 novembre va in scena "Spizzichi di Scienza", uno spettacolo scientifico per curiosare, divertenodsi, tra gli oggetti di uso quotidiano alla scoperta di inaspettati fenomeni naturali. Una caffettiera può nascondere molti segreti, rivelandosi un meraviglioso laboratorio scientifico.


Il Museo del Balì continua ad essere un trampolino di lancio per conoscere il mondo che ci circonda. I suoi appuntamenti offrono gli stimoli per proseguire l'esplorazione a casa, osservando attentamente e ponendosi le giuste domande. Un'occasione unica per sentirsi scienziati a tutte le età.


Dalle ore 15.00 alle 19.30.
Ingresso grauito sotto i 10 anni.
L'iniziativa fa parte del ciclo "Le domeniche al Balì".



Informazioni
www.museodelbali.org
Tel. 0721 892390

Pesaro, «Maltrattamento e violenza alle donne», un corso di formazione per rafforzare la prevenzione


L’iniziativa sabato 27 novembre nella sala del consiglio provinciale

PESARO – L’assessorato provinciale alle Pari opportunità, insieme all’Asur Marche Zona Territoriale 1 di Pesaro e in collaborazione con l’Ordine provinciale dei Medici chirurghi, ha organizzato un nuovo corso di formazione sul «Maltrattamento e violenza alle donne», con riferimento al ciclo della violenza, all’attivazione di percorsi di uscita, alla normativa in materia e agli strumenti e metodologie d’aiuto. L’appuntamento è in programma sabato 27 novembre, dalle ore 9, nella sala del consiglio provinciale. Interverranno l’assessore provinciale Daniela Ciaroni, il direttore della Zona Territoriale 1 Lucio Luchetta, Francesca Santorelli (associazione di promozione sociale “Percorso Donna”), la psicologa e psicoterapeuta Simona Cardinaletti, il direttore dell’unità operativa Pronto soccorso e Medicina d’urgenza del San Salvatore Lucio Antinori, il responsabile dell’unità operativa Tutela Salute Minori – Famiglia Donna Giancarlo Giacomucci, il comandante provinciale dei carabinieri Stefano Fedele e l’ispettore capo minori della questura di Pesaro Luciana Comastri. L’iniziativa si rivolge a medici e pediatri, psicologi, assistenti sociali, infermieri e assistenti sanitari dell’area materna infantile del territorio pesarese. Analoghi incontri, nei prossimi mesi, saranno rivolti alle stesse figure del territorio di Fano e Urbino. «La formazione – spiegano gli organizzatori - rivolta agli operatori del mondo sanitario, alle forze dell’ordine e a tutti coloro che vengono in contatto con la violenza rappresenta uno degli strumenti primari per rafforzare la prevenzione e il contrasto».

mercoledì 24 novembre 2010

DIN [A] TOD in concerto a Urbino


Urbino – 27 Novembre 2010

Direttamente da Berlino, un gradito ritorno in terra marchigiana: i DIN a TOD la band tedesca approda il 27 novembre per la prima volta ad Urbino, dopo la loro partecipazione alla prima edizione di Fano Moonlight Festival, svoltasi al Porto Turistico di Fano il 31 Luglio, 1 e 2 Agosto 2009.
In occasione del loro secondo tour Italiano, il duo electrowave berlinese è gradito ospite della rassegna yOH Festival, per una serata indimenticabile.
Come ben sappiamo la Germania invade il mondo della scena oscura con miriadi di bands ebm/industrial, in molti casi simili tra di loro e dedite esclusivamente a produrre canzoni per riempire i dancefloor di mezzo mondo, finendo con il deteriorare la qualità; ma è anche capace di partorire ottimi gruppi che non si perdono nei soliti clichè, e che riescono a stupire.
É il caso dei DIN [A] TOD, trio berlinese, che nel loro primo album, “The sound of crash”, offrivano sonorità molto electro, con una strizzatina d’occhio alla vecchia scuola elettronica degli anni ottanta, presenza massicccia della voce accompagnata dalla voce femminile del gruppo, ritornelli belli ed orecchiabili, che non finivano nel banale.
Oggi si superano, e propongono un album davvero allettante; si fa un viaggio a ritroso nel tempo, negli anni ottanta, tra new wave, gothic e synth.Strutturalmente l’album è davvero ottimo, con schitarrate da farci (ri)vivere intense emozioni, spruzzate di synth nostalgiche, il tutto corredato da un suono molto moderno; tanto per intenderci, non è la solita riproposizione di sonorità tanto care agli amanti del verbo oscuro degli anni ottanta, ma una moderna concezione di quel periodo!Da segnalare la cover “Warsaw” dei Joy Division. “Westwerk” è un album ben fatto, capace di conquistare sin dal primo approccio new waver, gothic rocker e amanti dell’electrosynth pop. Preparatevi a nostalgiche emozioni.
A seguire aftershow party: NEW WAVE vs. ELECTROPOP
L’ aftershow party, capitanato dai djs del Moonlight Festival e da graditi ospiti da Psychedelic Vampire e New Wave Lab, riproporrà trent’anni di storia della musica: dalla new wave degli anni ’80, passando per la dark wave, batcave, il post punk, arrivando fino all’ electropop, synthpop e nu wave dei nostri giorni. Un tripudio di suoni e di colori: dal nero della new wave più oscura fino ai colori multisfaccettati dell’electro pop!

PROGRAMMA DELLA SERATA
- ore 21.30 warm up djset a cura di: ANGY SHINE
- ore 22.30: live: DIN [A] TOD – electrowave
- ore 23.45: aftershow party: NEW WAVE vs. ELECTROPOP a cura dei djs:
- GIANLUCA CECCHINI
- MISSLUCIFER
- PATRICK RIZZI – “SHIO-Z ”
- PIERO BALLEGGI
- PHOTOREPORT dell’evento a cura di Marco Mezzanotte e Elena “DARKA SIOUX” Arcangeli !
- STAND Merchandise di Moonlight Festival
- VISUALS su maxischermo
- INGRESSO GRATUITO
- DRINKS a 2.50 €!!!
Concerto ed aftershow party ad INGRESSO GRATUITO! Bus navetta gratuite da Urbino (Borgo Mercatale) a Trasanni (Black Jack)

Fano, “L’Italia che legge” incontro con lo scrittore Giovanni Solimine


La Fondazione Federiciana e la Mediateca Montanari invitano i cittadini all'incontro con Giovanni Solimine autore del libro “L'Italia che legge”, Laterza 2010, mercoledì 24 novembre 2010 alle ore 17.30.

Le statistiche ci dicono che in Italia si legge poco, drammaticamente meno che negli altri paesi. Il 'lettore forte', come l'Istat definisce chi legge almeno un libro al mese, è una persona che non fa parte della maggioranza degli italiani, è fuori dalla 'norma'. E il futuro che si annuncia non sembra migliore. Le differenze per genere, fascia d'età, area geografica, livello culturale e sociale non solo si confermano ma si radicalizzano.

Giovanni Solimine analizza i numeri di questa incrollabile allergia alla lettura, riflette sul profilo di chi legge, sui suoi gusti e sui suoi stili di vita, confronta i dati del panorama del libro e dell'editoria con gli altri consumi culturali e delinea qualche possibile strategia per voltare finalmente pagina.



Interverranno inoltre Giovanni Di Domenico (Università di Urbino) e Marco Monina (editore).

Per ulteriori informazioni:

www.mediatecamontanari.it

Mediateca Montanari su Facebook

meowilblogdellamemo.wordpress.com

Si sfidano i migliori oli marchigiani: al concorso “L’Oro delle Marche” partecipano 174 aziende produttrici



Fano, 24 novembre 2010 – Una sensazione di pomodoro, di mandorla fresca o di carciofo, un sentore di frutti di bosco, di mela o di pinolo, un tono di verde, di erba o foglia. Odori e sapori che possono essere ritrovati nell’olio extravergine di oliva.

L’arduo compito spetta in questi giorni ad una commissione di venti esperti assaggiatori O.L.E.A. impegnati nel degustare e valutare ben 174 oli extravergine d’oliva marchigiani, partecipanti all’11° concorso “L’Oro delle Marche”. Un successo crescente che ha fatto registrare, rispetto allo scorso anno, un incre men to di partecipazione di circa il 30 per cento.

“Gli oli difettati sono sempre più rari – spiega un assaggiatore –. Nella provincia di Pesaro e Urbino le aziende produttrici sono cresciute molto in termini qualitativi, come del resto un po’ in tutte le Marche, l’annata poi è stata eccezionale come produzione”.

Il concorso prevede tre distinte categorie stabilite in funzione dell’intensità del fruttato: leggero, medio e intenso. Di ciascuna categoria saranno premiati i primi tre oli classificati, sarà poi assegnato uno speciale riconosci men to all’olio monovarietale ritenuto più corrispondente allo standard. La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 28 novembre, alle 11.30, nell’aula magna di Fano Ateneo, nell’ambito della XXIII edizione di Sapori e Aromi d’Autunno, la mostra fiera delle eccellenze enogastronomiche del territorio.

Agli oli meritevoli sarà assegnato anche il prestigioso riconosci men to delle “Gocce d’oro” destinate a fregiare gli oli di qualità eccelsa, elevata o buona, in numero da cinque a tre.

Per esaltarne le qualità i migliori oli del concorso saranno proposti in abbina men to a stoccafisso e baccalà nell’ambito della 3^ disfida gastronomica “L’Oro nel piatto”. Una gara a colpi di fornelli tra cuochi, chef, ristoratori e massaie de i Borghi del Gusto e delle Pro Loco delle Marche, in programma giovedì 9 dicembre, al ristorante Alla Lanterna, a Metaurilia di Fano.

A decretare il vincitore sarà una giuria tecnica, composta di giornalisti ed esperti, a cui sarà affiancata una giuria popolare.

Per partecipare alla serata ed entrare a far parte della giuria la prenotazione è obbligatoria ai numeri 338.8328092 – 338.7798125, da effettuarsi entro e non oltre il 6 dicembre. Il costo di partecipazione alla cena è di 30 euro tutto compreso.

A Fossombrone, il «Giorno del baratto»


Venerdì 26 novembre l’iniziativa in corso Garibaldi

PESARO – Libri, cd, dvd. E ancora: abiti, utensili e attrezzi da lavoro. Sono questi, tra gli altri, gli oggetti al centro del mercatino dello scambio di materiale usato, aperto a tutti, che sarà allestito a Fossombrone venerdì 26 novembre, in corso Garibaldi, dalle ore 9.30 alle 12. L’iniziativa di sensibilizzazione alla gestione sostenibile dei rifiuti è organizzata dall’assessorato all’Ambiente della Provincia (tramite il Labter-Cea), in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente del Comune di Fossombrone. Che, insieme, aderiscono alla settimana europea per la riduzione dei rifiuti. Semplici le regole: lo scambio è libero e gratuito. Pertanto non è consentito vendere, né comprare. Si possono barattare oggetti di piccole dimensioni, a patto che siano integri e in buone condizioni. Chiunque fosse interessato può prenotare la postazione di scambio. Oppure può semplicemente curiosare, portando qualcosa da barattare. Tutto il materiale non scambiato potrà essere devoluto in beneficenza. Nel corso della mattinata saranno distribuite buste biodegradabili e riutilizzabili, in adesione all’iniziativa «Porta la sporta». Info: Cea, Provincia di Pesaro e Urbino, tel. 0721/208085 (cea@provincia.ps.it).

Orciano, Fiera di Santa Caterina: spettacoli, cultura, musica e tanto altro


E' in onore di Santa Caterina d'Alessandria che, per la prima volta quest'anno, il comune e la Pro Loco di Orciano aprono i festeggiamenti del periodo natalizio il prossimo giovedì 25 novembre 2010, giorno del patrono della cittadina. Molte le iniziative che si svolgeranno da giovedì 25 a domenica 28 novembre e che coinvolgeranno non soltanto le associazioni locali, ma anche l'intero borgo che sarà invaso da bancarelle, musica e luminarie nella migliore delle tradizioni natalizie.

Oltre 90 i commercianti, gli hobbisti e gli artigiani locali che animeranno le vie cittadine per tutta la giornata di domenica 28 contribuendo così a rendere Orciano centro nevralgico del commercio locale e tipico nel periodo natalizio.
La Fiera sarà però anche pretesto per l'organizzazione di interessanti iniziative culturali.

Si comincia sabato sera, 27 novembre 2010, alle 21,15 nella chiesa di San Cristoforo con il concerto per soli, coro e orchestra “Requiem” di Gabriel Fauré proposto dall'associazione corale “Gaudium Vocis” dell'Unione Roveresca in collaborazione con la corale di Civitanova Marche “A. Bizzarri”.

I festeggiamenti si apriranno, però, ufficialmente domenica 28 novembre quando nella tarda mattinata, il corpo bandistico di Orciano “G. Garavini”, porterà la musica per le vie del centro storico.
Domenica pomeriggio, alle 16.00 nei locali della sala consigliare “Il Castagno” (via Matteotti 64 – Orciano) l'Accademia dei Temebrosi presenta il volume “La macchina volante settecentesca di fra' Nicolò Betti” ad opera di Padre Giancarlo Mandolini, scrittore, agiografo e storico delle cronache francescane, e Francesco Pavone, ingegnere aeronautico. L'incontro si inserisce nel progetto “Nicolò Betti. Pterometria 1810-2010” nel programma del quale si sono svolte lungo tutto quest'anno diverse importanti iniziative che hanno coinvolto molte delle realtà locali. Volto a riscoprire la figura e l'opera del frate di antica famiglia orcianese, il progetto è stato organizzato dal comune di Orciano con la collaborazione di tutte le associazioni culturali del territorio.

Nel pomeriggio della stessa domenica 28, la compagnia “Corte Rossa” di Fossombrone presenta, nei locali dell'Auditorium Santa Caterina dalle 18.00, “Una delirante giornata in una casa troppo affollata”, commedia teatrale ridotta e diretta da Rita Giancola.

Durante il pomeriggio sarà, inoltre possibile visitare gratuitamente il Museo della cittadina, che partecipa all'evento con un'apertura straordinaria delle sue sale.
Uno spazio appropriato sarà riservato anche ai bambini che, nel pomeriggio del 28, potranno svolgere attività ludiche sul tema della LUCE nel laboratorio che verrà loro dedicato e sarà curato dall'associazione Lutva in collaborazione con il Teatro delle Isole.
Sarà inoltre possibile mangiare nell'ampio stand riscaldato allestito in piazza Garibaldi dalla Pro Loco di Orciano sia a pranzo che a cena (in quest'ultimo caso è consigliata la prenotazione).


La manifestazione è organizzata dal Comune e dalla Pro Loco in collaborazione con l'Accademia dei Tenebrosi, l'associazione corale “Gaudium Vocis”, il Circolo Auser, il Corpo Bandistico G. Garavini, l'associazione Lutva e la Parrocchia “Santa Maria”, il circolo Acli “G. Toniolo” e la sezione di Orciano della Protezione Civile.

Civitanova, riparte Civitanova Classica

Giunta alla terza edizione, la rassegna musicale si pone tra gli appuntamenti culturali fissi del panorama musicale marchigiano. Da novembre 2010 a maggio 2011, artisti affermati, come il grande Scherbakov o la leggenda vivente del jazz Enrico Rava, si alterneranno sui palcoscenici civitanovesi a giovani promesse, con un occhio di riguardo alle scuole


Civitanova Classica è giunta alla sua terza edizione. Un traguardo meritato, considerato il successo di pubblico delle precedenti edizioni che è andato ben oltre le aspettative.

Alla base di tutto, la tipologia di questa rassegna, che si presenta come “contenitore musicale” a 360 gradi, con una proposta di programmi diversificata ed accattivante, e con un’offerta artistica di altissima qualità. Poi, la formula vincente degli scorsi anni, che rimane immutata: a grandi nomi del panorama musicale internazionale, si alternano i giovani, presentando da una parte brillanti promesse del domani, sia entrando direttamente nelle scuole.

«L’obiettivo che mi pongo è quello di riuscire a creare un pubblico fidelizzato e al contempo eterogeneo che senta il bisogno di cultura, di arte e quindi di Musica. – Spiega il direttore artistico ed ideatore, Lorenzo di Bella - Musica intesa come educazione alla bellezza, che attraverso una stagione concertistica crei un percorso formativo che ci aiuti ad affinare il gusto ed anche ad avvicinarci un po’ di più a livello sociale. Questi spettacoli sono stati pensati per creare nel pubblico l’aspettativa, ogni volta, di una sorpresa diversa: si vuole alimentare la curiosità, per chi viene a teatro, di assistere all’evento successivo».


Concerto inaugurale, sabato 27 novembre, ore 21.30 presso il Teatro Annibal Caro di Civitanova Marche(MC): apertura in grande stile con l’esibizione di FEDERICO MONDELCI uno dei massimi sassofonisti italiani. Per l’occasione, il Maestro apparirà nella doppia veste di solista e direttore dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana in un suggestivo programma imperniato su alcune tra le più belle colonne sonore di film celebri. Anche per questa terza edizione Civitanova Classica rinnova quindi la collaborazione con la F.O.R.M. che sarà impegnata in febbraio nell’ormai classico appuntamento riservato alle scuole della città.

La stagione proseguirà mercoledì 12 gennaio, ore 21.30, sempre all’Annibal Caro, con il grande pianista russo KOSTANTIN SCHERBAKOV, considerato dalla critica uno dei più interessanti e completi musicisti europei, con al suo attivo numerose incisioni con le più importanti case discografiche. Come è ormai tradizione la serata dedicata ai giovani talenti vedrà quest’anno protagonista, sabato 26 febbraio alle 21.30, il giovane e talentuoso pianista civitanovese LORENZO CIFOLA nell’originale cornice della sala letture della Biblioteca Comunale “S.Zavatti” di Civitanova Marche. Come dicevamo prima Civitanova Classica si configura come un contenitore musicale di qualità aperto alle più svariate contaminazioni.

In quest’ottica si inserisce il momento clou del cartellone, il concerto straordinario di ENRICO RAVA e la sua tromba al Teatro Rossini di Civitanova Marche, insieme al PM Jazz Lab composto da 8 straordinari musicisti , venerdì 8 aprile ore 21.30, nello spettacolo dal titolo “Gershwin and more…”. Sarà LORENZO DI BELLA, ideatore ed anima della rassegna, a chiudere la stagione sabato 14 maggio, con replica domenica 15, con un recital pianistico che renderà un doveroso tributo alla figura del compositore ungherese Franz Liszt di cui ricorre nel 2011 il bicentenario della nascita. Il programma prevede fra le varie musiche l’esecuzione della celeberrima “Sonata Dante” ispirata al V° Canto dell’Inferno di cui sarà data lettura da parte degli attori Pietro Conversano e Lucia Ferrati. La serata sarà in collaborazione con l’Associazione Dantesca Civitanovese altra importante realtà culturale locale. Civitanova Classica è organizzata dall’Associazione ARTE in MUSICA e l’Azienda Teatri di Civitanova con la collaborazione dell'Amministrazione comunale di Civitanova Marche -


Per info: www.civitanovaclassica.it


PROGRAMMA TERZA EDIZIONE CIVITANOVA CLASSICA 2010/2011


Sabato 27 Novembre 2010 ore 21.30

Teatro A.Caro – CONCERTO INAUGURALE

“Celebri musiche da film”

– ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA

Direttore e Sassofono solista- FEDERICO MONDELCI

musiche di NYMAN,ROTA, MORRICONE, PIOVANI,BERNSTEIN,GERSHWIN


Mercoledì 12 Gennaio 2011 Teatro A.Caro ore 21.30

Recital del pianista KOSTANTIN SCHERBAKOV

“Una notte all’Opera”

musiche di SCARLATTI, HAYDN, CHOPIN, LISZT



Sabato 19 Febbraio (mattino)

– Audutorium Scuola Media “E.Mestica” – PROGETTO SCUOLA

Orchestra Filarmonica Marchigiana

Il Carnevale degli animali di C.Saint-Saens

Shizuka Salvemini pianoforte, Davide Martelli pianoforte

L’evento è riservato agli alunni della scuola secondaria di 1° grado “L.Pirandello” di Civitanova Marche



Sabato 26 Febbraio - Sala Lettura della Biblioteca (ingresso libero) ore 21.30

SPAZIO GIOVANI

Concerto del pianista LORENZO CIFOLA

Musiche di CHOPIN e LISZT

In collaborazione con la Biblioteca “S.Zavatti” di Civitanova Marche



Venerdì 8 Aprile – Teatro Rossini ore 21.30

CONCERTO STRAORDINARIO

ENRICO RAVA tromba & PM Jazz Lab

“Gershwin & MORE…”



CONCERTO di CHIUSURA

Sabato 14 Maggio - Teatro A. Caro ore 21.30

Domenica 15 Maggio – Teatro A. Caro ore 17.30

“Après une lecture du Dante”

Recital del pianista LORENZO DI BELLA

Pietro Conversano, Lucia Ferrati voci recitanti

Omaggio a Franz Liszt nel bicentenario della nascita


In collaborazione con l’Associazione Dantesca Civitanovese

Ancona, al via la kermesse teatrale “Chi è di scena”


Partirà sabato 27 novembre “Chi è di scena” con Gabriele Zenobi e Ivano Zoppi che presentano lo spettacolo concerto “La stanza del Signor G”. Il progetto è curato dalla Compagnia Vicolo Corto/Hangar CultLab con la collaborazione di Comune e Provincia di Ancona - Assessorato alla Cultura e Teatro Stabile delle Marche




Si ripropongono anche in questa nuova sede una serie di appuntamenti teatrali basati sul principio dell’autocandidatura. Mantenendo una zona riservata alle proposte non condizionate da una scelta artistica, si ribadisce, il significato dell’Hangar CultLab: vetrina del contemporaneo, sensibile al rischio, realmente aperto al fermento culturale della generazione odierna. Quest’anno Chi è di scena si concentra sugli artisti della Città di Ancona e zone limitrofe: la variegata e interessante proposta teatrale pervenuta dagli artisti del capoluogo marchigiano ha spinto a creare un cartellone che diventi uno specchio dell’offerta teatrale di Ancona che diventa sempre più viva e dinamica.



Doppia appuntamento questo fino settimana. Sabato 27 novembre alle ore 21.30 in scena la coppia Gabriele Zenobi e Ivano Zoppi che presentano lo spettacolo concerto “La stanza del Signor G”. Lo spettacolo cerca di riproporre, almeno in parte, il turbinio di emozioni che coinvolgeva il pubblico che partecipava ad un concerto del Signor G. Per questo i protagonisti hanno scelto la forma di “omaggio”, proprio per la peculiarità del personaggio Gaber, per l’impossibilità di ripeterlo, di farne una “cover band”. Gli arrangiamenti sono quasi integralmente rivisitati, così come alcuni dei passaggi dei brani, alla luce della esperienza musicale, teatrale e della sensibilità di entrambi.



Domenica 28 novembre sempre alle ore 21.30 lo spettacolo “Domani è un altro giorno” di e con Clementina Scudiero, con la partecipazione di Romina Antonelli, Massimo Franzoni, Fabrizio Moroni, Claudio Latini, Arnaldo Taffi e con la collaborazione di Oscar Genovese e Tiziana Marsili Tosto.


Clementina Scudiero passa in rassegna il bestiario umano quotidiano: l'uomo investimento (che ti rassicura), l'uomo magia (che ti fa sognare), il surfista, il sarnagiotto anconetano con la sua risata contagiosa, il tiepidino. Altrettanto incisive le figure femminili: la madre al telefono che ha sempre una parola gentile (sei ingrassata?), la figlia immaginaria cui raccontare le favole, l'amica perfida e scroccona. Che dire.. vada come vada.. domani è un altro giorno. Umorismo tagliente, corrosivo, abrasivo.





Il costo del biglietto è di 8,00 €.

Inizio spettacolo ore 21.30.



Per informazioni:

cell. 328.7908884

www.vicolocorto.it

compagnia@vicolocorto.it

martedì 23 novembre 2010

Urbino, centenario della nascita di Carlo Bo


Nel 2011 ricorrono cento anni dalla nascita e dieci anni dalla scomparsa di Carlo Bo, nato il 25 gennaio 1911 a Sestri Levante e morto il 21 luglio 2001 a Genova. La Fondazione Carlo e Marise Bo e l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” lo ricorda con una serie di manifestazioni dedicate a lui e alle sue attività


Programma provvisorio delle manifestazioni

25 novembre 2010, ore 11 e 17
26 novembre 2010, ore 11
Nadia Fusini Lezioni Urbinati
Il teatro delle passioni in Shakespeare
Salone della Fondazione Carlo e Marise Bo, Via Valerio 9

26 novembre 2010, ore 17
Anna Maria Carpi
per il Centenario della nascita di Leone Traverso
Heinrich von Kleist letto da Leone Traverso
Salone della Fondazione Carlo e Marise Bo, Via Valerio 9

25 gennaio 2011, ore 17
Monsignor Gianfranco Ravasi
Spiritualità e scrittura di Carlo Bo
Teatro Sanzio, Corso Garibaldi

5 maggio 2011, ore 21
Lucia Ferrati e Pietro Conversano
Vita di Carlo Bo
Spettacolo multimediale
Teatro Sanzio, Corso Garibaldi

19 ottobre 2011, ore 17
Marta Bruscia, Davide Mascioli, Stefano Verdino e Ursula Vogt
Presentazione della Bibliografia di Carlo Bo
Salone della Fondazione Carlo e Marise Bo, Via Valerio 9

24 e 25 novembre 2011
Convegno internazionale
La lettura. Dal progetto di lettura di Carlo Bo alla lettura nell’era digitale
Aula Magna del Rettorato, Via Saffi 2

10 maggio 2012, ore 17
Marta Bruscia Stefano Verdino e Ursula Vogt
Carlo Bo critico letterario:
anticipazioni, controversie, rivisitazioni
Silvia Cuppini
Carlo Bo e le arti
Presentazione dei due volumi.
Salone della Fondazione Carlo e Marise Bo, Via Valerio 9

Montemarciano, al via la nona edizione di "Aperditad'occhio", la rassegna teatrale del Teatro del Canguro


Domenica 28 novembre prossimo al via a Montemarciano la nona edizione di "Aperditad'occhio", la rassegna di teatro per ragazzi organizzata dal Teatro del Canguro in collaborazione con l'amministrazione comunale. Il 28 in scena al Teatro Alfieri "La Valigia", teatro di burattini del Teatro del Canguro



Tutto pronto a Montemarciano per la nuova stagione di teatro per ragazzi organizzata dal Teatro del Canguro in collaborazione con l’amministrazione comunale.

La nona edizione della rassegna ‘Aperditad’occhio’ prenderà il via domenica 28 novembre prossimo al Teatro Alfieri (ore 17:00) con “La Valigia”, uno degli spettacoli di maggior successo tra quelli prodotti dal Canguro.

Non mancherà, anche per l’edizione 2010/2011 il consueto cartellone dedicato agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado con le recite in matinée, sempre al Teatro Alfieri: si parte il 25 e 26 gennaio 2011 con “Storie appese a un filo” del Teatro del Canguro, il 17 febbraio 2011 sarà la volta di “Nessun dorma! LA favola della Principessa Turandot” del Teatro Linguaggi, e il 3 e 4 marzo ultimi appuntamenti con “Alla ricerca del grande e terribile Mago di Oz” della compagnia L’Uovo.


Classico della tradizione del teatro ragazzi, “La Valigia” è una piéce divertente in cui pupazzi e attori interagiscono sul palco per dare forma e voce a storie di viaggi e viaggiatori, di posti già visti e luoghi che esistono solo nella fantasia. Ecco allora che sul palco si avvicendano il messaggero smemorato, Mariù, Piccolo Orso e Grande Orso e tutti i burattini più noti, Pulcinella, Arlecchino, Pinocchio e tanti altri, “nascosti” dentro la valigia protagonista dello spettacolo, dalla quale salteranno fuori come da un cilindro magico.

Autori e attori dello spettacolo, Renato Patarca e Nicoletta Briganti, le musiche sono di Gustavo Capitò, la collaborazione tecnica e grafica è di Fabrizio Valentini. Lo spettacolo è stato realizzato con la collaborazione artistica di Lino Terra. La rassegna degli spettacoli domenicali proseguirà il 6 febbraio con “Pik-Nik”, lo spettacolo di Rebecca Murgi e Loretta Antonella (in collaborazione con il Teatro del Canguro) affronta il tema dei rifiuti, del riciclo e della salvaguardia ambientale utilizzando il registro della comicità e il linguaggio immediato del teatro-danza. La stagione si concluderà il 20 febbraio con “La favola della terra” del Teatro dei Colori, spettacolo - inserito nell’ambito del progetto “Mondi racconti” per l’integrazione culturale – che porta in scena storie ispirate ai miti e alle leggende dei Nativi del Nord America.



Biglietti di ingresso € 5,00 posto unico. Prevendita online su www.teatrodelcanguro.it € 4,00+1,80 commissioni Charta

Fermo, Arturo Brachetti inaugura la stagione 2010-2011 del Teatro dell’Aquila


Il 23 e 24 novembre un artista amatissimo come Arturo Brachetti sarà al Teatro dell’Aquila per inaugurare la stagione 2010.2011 del Teatro dell’Aquila di Fermo, promossa dal Comune di Fermo e dall’AMAT in collaborazione con la Regione Marche e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali


Ha il sapore di evento l’inaugurazione della stagione 2010.2011 del Teatro dell’Aquila di Fermo – promossa dal Comune di Fermo e dall’AMAT in collaborazione con la Regione Marche e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – affidata il 23 e 24 novembre ad un artista di grande amatissimo come Arturo Brachetti che sarà al Teatro dell’Aquila – prima di approdare al Teatro Folies Bergere di Parigi nei mesi di dicembre e gennaio - con Ciak si gira!, un one man show che racchiude il meglio del suo repertorio in uno spettacolo dal divertimento mitragliante di sorprese.

"Ciak si gira!": frase magica che evoca il momento in cui l'artefice del cinema crea il sogno, è il titolo con il quale l'artefice Brachetti ci porta in un sorprendente viaggio nell'universo cinema. In una serie di numeri, momenti teatrali ed evocativi, con una nuova ambientazione scenografica, Arturo rivive il suo amore per la settima arte e cerca di riportare la meraviglia degli effetti speciali e delle magie del cinema in uno spettacolo dal vivo dove vola, sparisce si trasforma da solo in una sessantina di personaggi.

Lo spettacolo ha inizio con un enorme televisore in cui Arturo interpreta, con cambi fulminei di costume, i personaggi che popolavano i film del pomeriggio TV, quelli che tutti noi abbiamo visto e amato fin da piccoli: Zorro, Mary Poppins, Maciste, Crudelia De Mon, cowboys, corsari e avventurieri. Arturo, ricordandosi di quando ancora adolescente al museo del cinema fu catturato dalla sezione Horror, improvvisamente crea, dal vivo, un divertentissimo delirio di incontri, dove il prete esorcista si trova faccia a faccia con Nosferatu, servito dal becchino di turno. Il mostro di Halloween, dopo aver fatto a pezzi la bimba indemoniata, perde letteralmente la testa per un fantasma birichino… Brachetti racconta e fa rivivere con trasformazioni e cambi di truccatura lampo, tutti i personaggi più famosi, quelli che lo impressionarono molto fin dalle sue primissime uscite al cinema: da Baby Jane ai musicals… ma anche la storia di Lon Chaney che, chiamato anche lui l'uomo dai 1000 volti, fu il pioniere dei trucchi facciali di personaggi diventati icone, come il fantasma dell'opera, Quasimodo e Fu-Manchu.

Nello spettacolo si alternano anche momenti più intimi, in cui Brachetti crea le sue ombre cinesi, immaginandole come il più antico cartone animato del mondo, oppure si cimenta con il cappello del nonno con il quale si trasformava, da piccolo in decine di personaggi, ed offre al pubblico un numero di fantasia dove "con nulla si fa tutto". L'evocazione del mondo di Fellini chiude la prima parte dello spettacolo, come massimo connubio tra invenzione scenica e evocazione onirica. Questo pezzo teatrale era già uno di momenti più toccanti e visualmente inventivi in precedenti show di Brachetti. La seconda parte dello spettacolo è quasi interamente dedicata ai grandi film hollywoodiani con una parata di personaggi da fare invidia a una cineteca: Charlie Chaplin, Gene Kelly, King Kong. Liza Minneli, Gollum, Harry Potter, Carmen Miranda, E.T., Darth Vader, e molti, molti altri, in uno zapping cinematografico esilarante e sorprendente che regala emozioni e sogni di cui noi in fondo abbiamo sempre bisogno, ma che facciamo fatica a rivivere nella vita reale. Lo spettacolo è prodotto da Murciano Iniziative in associazione con Just Pour Rire France.

Per informazioni e biglietti (da euro 15 a euro 40): biglietteria del Teatro 0734 284295, Amat 071 2072439, www.amat.marche.it



Inizio spettacoli ore 21

lunedì 22 novembre 2010

A Frontone è in arrivo "Nel Castello di Babbo Natale"



Nello splendido scenario dominato dal Monte Catria, torna “Nel Castello di Babbo Natale…”, mercatino di Natale nella calda e magica atmosfera del Castello di Frontone, in Provincia di Pesaro-Urbino, organizzato dalla Pro Loco.
La nona edizione si terrà il 28 novembre, 5, 8 e 12 dicembre.
Castagne e vin brulé, musica soffusa, laboratori di creatività, Babbi Natale invitati appositamente per i bambini che prenderanno parte all'evento, espositori altamente selezionati per offrire agli ospiti prodotti qualitativamente ineccepibili che si potranno ricercare percorrendo via via le molteplici stanze, riscaldate, del Castello.
A partire dal 2002, la manifestazione ha visto un crescente interesse da parte dei visitatori, che hanno premiato l’impegno del comitato organizzatore nello scegliere il meglio in termini di qualità del prodotto e di estetica dell’allestimento. Lo scorso anno, ad esempio, l’evento ha fatto registrare oltre 10.000 persone, provenienti sia da un po’ tutte le parti della Regione che dal resto d’Italia.
Un appuntamento che si sta attestando sempre più a livello nazionale, data la provenienza, non solo dei turisti, ma anche degli espositori che anno dopo anno da tutta Italia chiedono di prendere parte al mercatino, contribuendo alla promozione del territorio.
Le varie piazzette del borgo si accenderanno con attrazioni, musica e spettacoli per tutti i gusti, ed anche alcune scene del presepe.
I visitatori potranno usufruire del comodo servizio di bus navetta (andata e ritorno ogni 10-15 minuti) appositamente istituito da piazza del Municipio, area dotata di ampi parcheggi, che garantisce una continua affluenza anche in caso di avversità atmosferica.
Per permettere anche a persone disabili di accedere alle stanze del castello, si può utilizzare l’ascensore (su segnalazione dell'accompagnatore), raggiungibile direttamente con i propri mezzi di trasporto.
Per i camperisti che vogliono soggiornare a Frontone, sono previste delle aree delimitate presso via del Mare, segnalate. Dal momento che il mercatino inizia alle ore 11, prima è consigliabile visitare i tantissimi posti stupendi che la zona offre, come l'eremo di Fonte Avellana a Serra Sant’Abbondio, o il Monte Catria dove natura e sport si fondono meravigliosamente.
Per maggiori informazioni: www.comune.frontone.pu.it, turismofrontone@gmail.com, 339.8429426 Eleonora (ore pasti e serali).

Monte Catria: un paradisio da vivere tutti i giorni per tutta la famiglia

L’apertura della stazione sciistica del Monte Catria è prevista per l’8 dicembre. Tante le novità: un campo scuola con due nuovissimi tapis roulant ed altrettante piste oltre ad un’area dedicata ai più piccoli per giocare con il bob, piste da sci di varie difficoltà, un attrezzato snow park per gli amanti della tavola ed un anello per lo sci di fondo. Inoltre il Rifugio Cupa delle Cotaline vi aspetta con succulenti piatti tipici della cucina marchigiana. Durante i week end tante manifestazioni organizzate dalla locale associazione sportiva che coinvolgeranno grandi e piccini.
La stazione è aperta tutti i giorni, per maggiori info visita i siti www.montecatria.com e www.asmontecatria.com oppure contattaci al 329.8624554.
Vieni a divertirti con noi, ti aspettiamo!

Ancona, via alla prevendita per “12 ovvero la parola ai giurati”


Disponibili in prevendita i biglietti per lo spettacolo “12 ovvero la parola ai giurati” di Reginald Rose, che verrà messo in scena sabato 4 dicembre (ore 21) al Teatro Dorico di Ancona da Claet – gruppo teatrale, per la regia di Diego Ciarloni, in collaborazione con il gruppo di Ancona di Amnesty International



Ispirato all’opera cinematografica “La parola ai giurati” di William Friedkin del 1997 con Jack Lemmon (dal soggetto originale di Reginald Rose), lo spettacolo, portato alla ribalta in Italia da Alessandro Gassman, racconta il percorso difficile e sofferto di dodici giurati chiamati a pronunciarsi su un caso di omicidio.

L’imputato, un ragazzo 18enne accusato di aver ucciso il padre, rischia la pena di morte. In un crescendo avvincente di dialoghi, ricostruzioni ed ipotesi, i dodici giurati sono chiamati a compiere una scelta lacerante, che li costringerà a mettere in discussione le proprio convinzioni, a far emergere pregiudizi e false certezze, a guardarsi dentro senza alibi e falsità. Una scelta che li porterà dall’analisi scientifica dei singoli fatti alla graduale presa di coscienza dell’esistenza di un ‘ragionevole dubbio’. Proprio per il profondo significato di denuncia della pena capitale e l’importante opera di sensibilizzazione sul tema dei diritti umani, il gruppo teatrale Claet ha stretto una collaborazione con il gruppo di Ancona di Amnesty International.



I biglietti possono essere acquistati in prevendita al prezzo di 10 euro presso il Bar Caffè Giuliani di Ancona (corso Garibaldi 3) o telefonando ai numeri 392 3075270/328 7310369. Vendita biglietti al teatro Dorico il giorno dello spettacolo a partire dalle ore 19.30 al prezzo di 12 euro, biglietto ridotto a 8 euro per i ragazzi al di sotto dei 12 anni.



Per informazioni: è possibile scrivere a info@teatroclaet.it, consultare il sito www.teatroclaet.it o la pagina “claet” su Facebook.

Ascoli Piceno, Ornella Muti a teatro con “L'ebreo” di Gianni Clementi


Diva ed icona italiana di bellezza, Ornella Muti alla sua prima esperienza teatrale, sarà in scena - insieme a Duccio Camerini e Mimmo Mancini diretti da Enrico Maria Lamanna - mercoledì 24 e giovedì 25 novembre al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno con “L'ebreo” di Gianni Clementi



Lo spettacolo – proposto ad Ascoli nell’ambito della stagione promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ascoli e dall’AMAT con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e realizzata in collaborazione con la Regione Marche e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con la partnership di Pfizer Global Manufacturing - Stabilimento di Ascoli Piceno – sarà in scena nelle Marche anche a Pesaro (Teatro Rossini) il 26, 27 e 28 novembre, ad Osimo (Teatro La Nuova Fenice) il 7 febbraio e a Fabriano (Teatro Gentile) l’8 e 9 febbraio.


L’Ebreo è un testo che sviscera le miserie striscianti sotto la pelle dell’umanità con un linguaggio diretto ed efficace. Piccola storia di una coppia travolta da un evento tanto temuto quanto atteso, L'Ebreo è l’apologia della meschinità umana. Giovanni Clementi, bravo drammaturgo e maestro nell'uso del romanesco, con questa sua opera ha vinto il Premio Siae.Agis.Eti "per la simbiosi perfetta fra il tema, storicamente importante, ed il linguaggio teatrale diretto ed efficace, sottolineando la drammatica attualità dell’argomento".

“Era un po’ che io e Gianni – scrive Enrico Maria La Manna nelle note allo spettacolo - ci inseguivamo: quel suo saper raccontare storie, semplicemente storie, quel suo amore verso il dialetto romano, alzato finalmente a lingua, erede di Monicelli, Risi, ma ancor più di Age e Scalpelli e di Suso Cecchi D’Amico. E così io che amo la drammaturgia contemporanea resto folgorato da Gianni e parto con L’Ebreo.”

Era l’anno della nevicata a Roma, quella del ’56, anno in cui prende corpo la storia de L’Ebreo, premio Siae-Eti-Agis 2007, un dramma dal cuore di tenebra, che sfrutta il potenziale poetico e drammaturgico del dialetto romanesco per una delle pagine più cupe del nostro recente passato. Ma è anche un testo che indaga le pieghe dell’anima e mette a fuoco il grado di aberrazione che un essere umano può raggiungere pur di non rinunciare ai privilegi acquisiti. Negli anni ’40, con l’entrata in vigore delle leggi sulla discriminazione razziale emanate dal regime fascista, molti ebrei, presagendo un destino incerto, avevano pensato di mettere al riparo i loro beni da presumibili espropri, intestando le proprietà a prestanome fidati di razza ariana. Marcello Consalvi, al tempo oscuro ragioniere, è uno dei fortunati beneficiari; il suo Padrone, infatti, gli ha intestato tutte le proprietà. Insieme alla moglie Immacolata è entrato in possesso di un palazzo e di alcuni negozi, di cui si gode i frutti dalla tragica retata del 1943 nel ghetto di Roma. La ricca coppia, che vive ormai negli agi e in uno splendido appartamento, vede la propria esistenza borghese improvvisamente minacciata da un evento tanto temuto quanto atteso: qualcuno, tredici anni dopo, bussa alla loro porta, forse per reclamare beni e proprietà, e solo allora i due si ritrovano di fronte alla parte oscura del proprio animo. Decidono, così, di non aprire, barricarsi in casa e prendere tempo per trovare una soluzione che consenta loro di non perdere tutto e tornare all’ormai dimenticata vita grama. Immacolata - a suo tempo una povera sguattera senza più sogni che ogni giorno faticava duro per sopravvivere - crolla, i sensi di colpa esplodono, e subentra la paura, il terrore che fa emergere tutta la sua meschinità, ma, in fondo, anche la tenerezza dei diseredati. Da quel momento i colpi di scena si succedono fino ad un finale degno di un vero noir cinematografico.

Le scene dello spettacolo – prodotto da Mithos group – sono di Max Nocente, i costumi di Teresa Acone, le musiche di Pivio & Aldo De Scalzi, le luci di Stefano Pirandello e il disegno audio di Hubert Westkemper.

Inizio spettacoli ore 20.30. Per informazioni e biglietti (da 10 a 25 euro): biglietteria del Teatro 0736 244970, AMAT 071 2072439, www.amat.marche.it.

Moie: pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Kennedy nelle festività natalizie



Moie - Una pista di pattinaggio su ghiaccio in piazza Kennedy, al centro della cittadina di Moie, per animare e vivacizzare le festività natalizie. Andrà in porto l’iniziativa ideata dalla Pro Loco. L’inaugurazione è già stata fissata per venerdì 3 dicembre. L’evento si chiamerà “Moie on ice” e insieme all’attrattiva principale della pista di ghiaccio prevede un calendario di manifestazioni e iniziative per tutto il periodo natalizio, fino al 6 gennaio. Sarà una novità per l’intera Vallesina. E’ la prima volta che un impianto del genere fa la sua comparsa nella nostra zona e certamente attirerà gente dai vari centri del territorio. Le piste di pattinaggio all’aperto, infatti, rappresentano nel periodo natalizio un sicuro elemento di attrazione in importanti città italiane e radunano un pubblico di tutte le età. L’iniziativa “Moie on ice” è stata voluta fortemente dalla Pro Loco e supportata, non solo finanziariamente, dalle attività commerciali ed imprenditoriali presenti nel Comune e nell’intero territorio.
“A collaborare al progetto – spiega l’assessore all’Associazionismo Fabiana Piergigli – sono anche le associazioni cittadine, tanto che si sta formando quella rete tanto auspicata, ma che fino a poco tempo fa non credevamo fosse possibile mettere in piedi. Il Comune ha sposato l’iniziativa con entusiasmo e sta mettendo a disposizione gratuita le strutture e le attrezzature necessarie”. Il progetto, tuttavia, non prevede alcun esborso di denaro da parte del Comune. A finanziare la pista di pattinaggio, oltre agli sponsor e alle attività produttive e commerciali della zona, sarà una lotteria, messa in piedi sempre dalla Pro Loco. L’Amministrazione comunale ha contribuito, invece, all’acquisto di luminarie ecologiche a basso consumo. Un investimento, visto che entreranno a far parte del patrimonio comunale e saranno utilizzate anche negli anni futuri.
“Si tratta di una scelta stile green economy – osserva il sindaco Giancarlo Carbini – motivata dal risparmio di energia. Il ritorno delle luminarie in generale è positivo anche il fatto che, dopo l’austerity degli scorsi anni, con una scelta fortemente condivisa dalla maggioranza delle attività commerciali e artigianali, rappresenta una nuova forma di collaborazione fra il Comune, che provvederà all’acquisto, e le attività produttive, che finanzieranno i costi di montaggio ed allacciamento alla rete elettrica”.
Intanto la Pro Loco sta mettendo a punto il calendario di “Moie on ice”.
Alla cerimonia di inaugurazione interverranno il sindaco Giancarlo Carbini e il parroco don Fabio Belelli, che benedirà l’impianto. Seguiranno uno spettacolo di animazione per i bambini e l’esibizione della scuola di pattinaggio. Fra le altre iniziative in programma nei giorni successivi, un gran premio di macchine radiocomandate in piazza del Mercato, una serata con castagne, cioccolata calda e vin brulè, esibizione delle majorette, serata “discoteca”, cena con polenta, mercatino natalizio, mostra dei presepi, fino al cenone in piazza con musica dal vivo nella notte di San Silvestro.
“La Pro Loco ringrazia il comune ci tiene a sottolineare la presidente Katia Mariani - tutte le associazioni locali, i commercianti, gli artigiani e gli operatori economici che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. Si tratta di una novità che abbiamo fortemente voluto perché rappresenta, a nostro avviso, un elemento di valorizzazione e di attrattiva per il territorio, anche se attraverso una scelta sicuramente impegnativa e su cui stiamo lavorando da mesi”.